Stampa Stampa
44

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – PREMIO “CALABRIA VERA 2017”, ECCO I SETTE VINCITORI


La cerimonia di conferimento si è svolta giovedì sera a Palazzo Staglianò

di REDAZIONE 

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 9 GIUGNO 2017 –  Massimiliano Capalbo, Nicola Maio, Luciano Principe, Guerino Nisticò, Domenico Aspro, Bruno Iorfida e Giuseppe Fiorini. Sono i sette vincitori del premio “Calabria Vera” assegnato dall’omonimo progetto culturale a Chiaravalle Centrale.

La cerimonia di conferimento si è svolta giovedì 8 giugno presso la sala convegni di Palazzo Staglianò, nel contesto di una serata molto partecipata e ricca di spunti di riflessione. L’iniziativa, infatti, è stata introdotta da un interessante e molto applaudito “dialogo narrante”, sviluppato sul testo di Massimiliano Capalbo “La terra dei recinti” (Rubbettino). Caterina Menichini ha letto dei brani scelti del libro e l’autore li ha brevemente commentati, toccando i temi a lui cari: il superamento di stereotipi, luoghi comuni e pregiudizi che rendono la Calabria incapace di realizzare appieno le proprie potenzialità; la riscoperta concreta e creativa delle risorse e dei valori del Sud come chiave di volta per dare nuova speranza alla nostra regione.

Il tavolo dei relatori, moderato da Mariacaterina Sanzo, ha visto la presenza dell’assessore comunale alla Cultura di Chiaravalle, Pina Rizzo, e del giornalista Francesco Pungitore, promotore del progetto “Calabria Vera”.

“Iniziamo a essere noi cittadini gli artefici del cambiamento che sogniamo” ha auspicato Pungitore, parlando del progetto culturale e spiegando le motivazioni che hanno portato alla consegna dei sette premi.

Brindisi finale con una raffinata degustazione di vini di vitigni autoctoni delle cantine “Enopolis” di Bivongi, curata e offerta da “Naturium”.

I PREMIATI E LE MOTIVAZIONI

Massimiliano Capalbo: ha fondato “Orme nel Parco” l’affascinante e suggestivo parco avventura eco-esperienziale di Zagarise. Ha ispirato la nascita del movimento delle imprese eretiche. Con la sua opera dimostra quotidianamente, nei fatti, che il cambiamento è possibile. Anche al Sud. Anche in Calabria.

Nicola Maio: giovane pioniere di una nuova Calabria fondata sulla cultura del lavoro. Con la sua azienda agricola ha dimostrato coraggio e voglia di fare e, oggi, è diventato la punta di diamante di un progetto più complessivo di riscoperta delle vocazioni del nostro territorio. La speranza che regala alle nuove generazione è già motivo di soddisfazione.

Luciano Principe: imprenditore di successo con proiezioni in Italia e all’estero. Imprenditore etico, di elevata sensibilità umana e culturale, che non dimentica le proprie radici e investe nel sociale, nel proprio territorio. Il suo nuovo progetto finanzierà l’abbattimento delle barriere architettoniche a Palazzo Staglianò, a Chiaravalle Centrale, consentendo l’avvio dei lavori di sistemazione dell’edificio e l’apertura della biblioteca comunale. Opera meritoria che merita  plauso e  gratitudine.

Guerino Nisticò, portavoce del progetto Riviera e borghi degli Angeli. Declinando il tema dello sviluppo dei territori attraverso la valorizzazione dei luoghi e una comunicazione moderna e coinvolgente ha espresso in termini concreti le enormi potenzialità della nostra terra, viatico per futuri e meritati successi.

Domenico Aspro, vicesindaco del comune di Gagliato. Intelligente artefice e promotore di importanti iniziative culturali tese a promuovere le realtà locali. Tra tutte spicca il Festival delle Nanoscienze che, ogni anno, porta in Calabria centinaia di ospiti internazionali e il gotha della ricerca scientifica mondiale. Un esempio da sostenere, imitare, incoraggiare.

Bruno Iorfida, sindaco di Mongiana. Sotto la sua guida illuminata si è concluso il recupero storico-archeologico dell’antica cittadina borbonica regalando alla Calabria una perla turistico-culturale di straordinaria bellezza. Una realtà viva che traduce in valore e risorsa la storia della nostra regione.

Giuseppe Fiorini, coach della squadra di volley Stella Azzurra Catanzaro, quest’anno vincitrice di coppe regionali, trofei e di una fantastica promozione in Serie C. E’ particolarmente meritoria l’opera di formazione dei giovani, di promozione e valorizzazione dei vivai, interpretando i principi etici dello sport nella dimensione più alta di servizio reso alla comunità locale.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.