Stampa Stampa
60

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – NCD SCUOTE LA POLITICA E PROPONE IL “PAESE ALBERGO”


Per chi vuole soggiornare nelle Preserre alloggi a canone convenzionale per un offerta che non disdegna cucina tradizionale e piatti tipici

di Francesco LULISSIANO

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 28 AGOSTO 2015 – Commissariamento del Comune e politica assente? Ci pensa Ncd a scuotere le acque chiaravallesi.

Non parole ma progetti specifici quelli proposti dall’ex capogruppo di maggioranza Santo Sestito assieme al coordinatore cittadino del partito Michele Sanzo e all’ex assessore Sergio Garieri. L’idea è di fare di Chiaravalle Centrale un “Paese albergo”.

Ncd, che qualche mese addietro ha posto fine all’alleanza con Forza Italia e Fratelli d’Italia contribuendo non poco alla defenestrazione del sindaco Gregorio Tino con conseguente scioglimento del consiglio comunale, riaccende il dibattito. La proposta è di mettere a disposizione degli alloggi, a canone convenzionale, a chi voglia trascorrere un periodo di soggiorno  a Chiaravalle.

Non manca il “contorno” che avrà il compito invogliare i visitatori a rimanere in collina. Ncd si affida ai piatti tipici locali e cucina tradizionale accompagnati da corsi formativi post diploma da inserire nell’offerta formativa scolastica dell’istituto tecnico industriale. E poi l’artigianato di ferro, pietra, legno e la fiorente produzione agricola e casearia delle Preserre. Per Ncd sono altre lance all’arco di un complessivo progetto di sviluppo socio – economico del territorio.

Certo, alla base della torta ci sono le considerazioni politiche. Sono quelle a fare da collante a tutti gli ingredienti. «Per anni – sostengono gli esponenti di Ncd con tanto di stoccate alle classi politiche degli ultimi venti anni  – è mancata la programmazione. A Chiaravalle sono venute meno molte cose: tribunale, ospedale, realtà produttive come la Frama Sud e la Bottoni, giudice di pace, comunità montana, Agenzia delle Entrate sono gli esempi più eclatanti del decadimento e delle spoliazioni subite dalla città».

Ncd guarnisce la torta ricordando anche «il dissesto finanziario del Comune che non ha risorse da investire obberato da debiti che si potevano evitare con una programmazione più attenta e oculata in direzione dei fondi comunitari».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.