- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – LA PROPOSTA – La giunta comunale: “Chiaravalle come sede di distretto dell’Azienda Calabria Verde”

Chiaravalle, Palazzo Staglianò, [1]

Chiaravalle, Palazzo Staglianò,

Il Distretto, secondo la proposta dell’Esecutivo chiaravallese, potrebbe essere ubicato presso l’immobile di Via Foresta di cui è tuttora proprietaria l’ex Comunità Montana

Fonte: di Dario Macrì (Il Quotidiano del Sud, in precedenza denominato Il Quotidiano della Calabria)

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 20 LUGLIO 2014 – In attesa di conoscere il destino dei vecchi dipendenti della liquidata Comunità Montana “Fossa del Lupo – Versante Ionico”, in sette attendono stipendi arretrati e collocazione presente e futura, l’amministrazione comunale di Chiaravalle gioca d’anticipo e propone, con delibera di giunta, di istituire proprio nella città delle preserre uno degli undici distretti in cui sarà suddivisa l’Azienda Calabria Verde.

 Questo nuovo organismo pensato dall’esecutivo regionale dovrebbe sostituire le vecchie comunità montane, si spera, con esiti migliori ed anche maggior efficienza. L’Azienda Regionale per la forestazione e le politiche per la montagna potrebbe così trovare collocazione presso l’immobile di Via Foresta di cui è tuttora proprietaria l’ex Comunità Montana, composto da parecchi locali, i quali potrebbero essere utilizzati a svolgere le diverse mansioni inerenti l’attività del Distretto.

 La Comunità Montana “Fossa del lupo”, istituita con legge regionale nel 1974, era composta dai comuni di Chiaravalle Centrale, San Vito sullo ionio, Cenadi, Olivadi, Centrache, Palermiti, Vallefiorita, Amaroni, Girifalco e Torre di Ruggiero. Quest’aera consta attualmente di una popolazione di circa 25.000 abitanti e di una superficie di 175,23 Kmq, in cui operano circa 2.926 aziende censite con una superficie media aziendale di un ettaro.

 Nella proposta formulata dalla giunta Tino si sono rispolverate ragioni d’importanza storica: «la Comunità Montana “Fossa del lupo” è stata un presidio di grande interesse nel campo della tutela del territorio, monitoraggio dei corsi d’acqua, cura del patrimonio boschivo, lotta al cinipede del castagno, nell’elaborazione di progetti d’interesse pubblico, privato e nel campo dei fondi comunitari, contribuendo allo sviluppo del comprensorio in sintonia con la Provincia di Catanzaro e la Regione Calabria».