Stampa Stampa
89

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – Impianto sportivo località “Foresta”, c’è manifestazione d’interesse per concessione


Chiaravalle, scorcio

Chi ha intenzione di partecipare ha tempo fino alle ore 12 del prossimo 17 luglio. L’ apertura dei plichi si svolgerà, in seduta pubblica, alle ore 10 del successivo giorno 20

di Francesco LULISSIANO

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 4 LUGLIO 2015 –  Impianto sportivo comunale di località “Foresta”, arriva la manifestazione d’interesse per la concessione della struttura.

L’impianto, composto  da campo di calcio a cinque, campo polivalente e chiosco è di proprietà del Comune chiaravallese.  Le iniziative per darlo in gestione ci sono stati anche in passato. Ma fino ad ora non se n’è fatto nulla con le gare andate deserte. Vediamo cosa succederà sotto l’egida del commissariamento.

Nelle stanze comunale serpeggia l’idea di dover mettere la struttura al servizio della collettività. La strada prescelta è quella dell’affidamento in concessione a  terzi. Lo impongono più fattori:  soprattutto l’impossibilità da parte del Comune di gestirlo con proprio personale vista l’assenza tra il personale di figure professionali specifiche e di risorse umane e materiali necessarie per garantirne l’apertura e la fruizione da parte della comunità

Poi c’è l’aspetto, per così dire, di “tutela”. L’affidamento dell’impianto risulta, altresì, necessario per evitarne lo stato di abbandono e l’inutilizzabilità con grave nocumento per la collettività che si vedrebbe privata la possibilità di fruizione.  

Da qui, dunque, la manifestazione di interesse per la selezione di un soggetto affidatario, mediante concessione. Chi ha intenzione di partecipare ha tempo fino alle ore 12 del prossimo 17 luglio. Le domande vanno all’ufficio protocollo della sede comunale di via Castello.  L’ apertura dei plichi si svolgerà, in seduta pubblica, alle ore 10 del successivo giorno 20 presso la sede comunale.

Possono presentare domanda di partecipazione le società ed associazioni sportive dilettantistiche, enti e associazioni di promozione sportiva, associazioni di giovani appositamente costituite, discipline sportive associate, anche in forma associata o di raggruppamento temporaneo, fermo restando quanto previsto dall’articolo  38 della legge 12 aprile 2006, n. 163, in relazione ai requisiti di ordine generale. Possono, altresì, presentare domanda di partecipazione i soggetti previsti dall’art. 34 del D.Lgs. 163/2006, ivi comprese le imprese sociali di cui al decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155, le cooperative sociali ed i loro consorzi ex legge 381/91, che non si trovino in una delle situazioni di cui all’art. 38, comma 1, dello stesso D.Lgs. 163/2006 e che siano in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili.

Chi avrà in gestione l’impianto, tra le altre cose si occuperà della sua apertura, chiusura, sorveglianza e custodia. Prevista, inoltre, la conduzione, pulizia e diserbatura dell’intero complesso oltre  un piano di manutenzione ordinaria e la  cura e manutenzione delle aree a verde. 

Il soggetto gestore individuato, infine, attraverso la gestione e la conduzione dell’impianto sportivo, dovrà assicurare di  concorrere in modo determinante alla promozione e al potenziamento della pratica delle attività sportive, sociali ed aggregate; – concorrere alla realizzazione sul territorio di attività coordinate e concertate con i progetti del Comune e con le attività di altre associazioni.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.