Stampa Stampa
27

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – Il Consiglio dice “sì” al nuovo Piano di riequilibrio, ma quante polemiche


Chiaravalle, Palazzo Staglianò,

Chiaravalle, Palazzo Staglianò,

Dopo il primo “no” della Corte dei Conti, la maggioranza ci riprova. Lo scontro tra gli schieramenti è stato duro. Ancora una volta, in definitiva, è mancata la matura condivisione degli aspetti chiave della storia (economica) della città

 Fonte: articolo di Dario Macrì (Il Quotidiano del Sud, in precedenza denominato Il Quotidiano della Calabria)

 CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 5 SETTEMBRE 2014 – Dopo 4 ore e mezza di acceso dibattito, il consiglio comunale di Chiaravalle ha approvato il nuovo piano di riequilibrio con 7 voti favorevoli e 5 contrari (Maida, Rauti, Foti, Garito e Vincenzo Fabiano).

 Dopo la deliberazione n°25/2014 con la quale la Corte dei Conti ha bocciato il primo piano di risanamento, la maggioranza, dunque, ci riprova. In maniera più rigorosa rispetto al passato, secondo il sindaco Gregorio Tino, che nell’intervento d’apertura della seduta ha sottolineato come nel piano si sia cercato di recepire le indicazioni fornite dall’organo di controllo con una stima più precisa delle entrate e delle uscite.

 Il sindaco ha quindi illustrato le fondamenta di partenza del risanamento: vendita dell’ex Palazzo Uffici alla Provincia, recupero crediti da chi usufruito dei condoni edilizi negli anni 1985, 1994 e 2004 senza completare i pagamenti, ingressi da concessioni per i loculi cimiteriali e recupero evasione fiscale per quel che riguarda il servizio idrico integrato dove la società esterna che espleta tale servizio ha già rilevato 800 utenti regolarmente autorizzati ma mai inseriti nei ruoli per la riscossione dei proventi.

 Su ciascuno di questi punti le opposizioni hanno esternato critiche severe. Lorenzo Rauti (Udc) ha evidenziato in particolare le difficoltà che l’amministrazione avrà nel recuperare vecchi crediti dalla popolazione nel contesto di crisi economica che il Paese sta vivendo, esprimendo altresì parecchi dubbi sull’operazione riguardante il pagamento della concessione dei loculi cimiteriali. Perplessità condivise da tutta la minoranza. Del resto, proprio sui loculi cimiteriali in passato pare si sia consumata un’indegna quanto illegale compravendita.

 Giuseppe Maida (Pd), convinto che anche questo piano sarà bocciato, ha insistito sull’alienazione di Palazzo uffici alla Provincia per la realizzazione del Polo scolastico; sulla quale, pare fosse inizialmente previsto un investimento ben più consistente del milione e mezzo scarso messo ora a disposizione da parte dell’Ente intermedio. Per questo ridimensionamento, a giudizio di Maida, il commissario provinciale Wanda Ferro avrebbe commesso «un atto scorretto dal punto di vista politico e istituzionale».

 Claudio Foti (Annozero) ha denunciato il mancato superamento da parte dell’amministrazione Tino delle criticità rilevate da Corte dei conti: «Con questo piano viene conclamata l’irresponsabilità di questa maggioranza, un piano falso che non trova riscontro nei dati e che non si spiega altrimenti se non con la necessità di allungare i tempi di questa maggioranza per gestire la cosa pubblica».

 Vincenzo Fabiano ha invece sottolineato quanto sarà difficile giustificare l’inasprimento fiscale a chi, in zone periferiche, non gode del pieno espletamento dei servizi pubblici.

 Nella sua lunga relazione il capogruppo di maggioranza Santo Sestito ha inteso fare una cronistoria dei richiami di Corte dei Conti al comune: «Quando i cittadini di Chiaravalle ricevono le cartelle delle cosiddette Iuc, Imu, Tasi e Tari – ha incalzato Sestito –  debbono sapere che pagano di più non perché è stato piantato un fiorellino, ma perché è stato depauperato il loro futuro dal 2005 al 2010».

 Il dibattito è divenuto via via più aspro. Il sindaco ha replicato duramente alle accuse delle opposizioni, mentre è stata reciproca l’accusa di mancata collaborazione politica. Ancora una volta, in definitiva, è mancata la matura condivisione degli aspetti chiave della storia (economica) della città.

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.