Stampa Stampa
215

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – FAMIGLIA RIENTRA A CASA E TROVA UNA VIPERA


Serpente attorcigliato alla ringhiera della scala. Intervento dei vigili del fuoco con speciale pinza. Animale, dopo la cattura, è stato liberato nei boschi delle Preserre

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 9 LUGLIO 2016 –  Brutta esperienza per una famiglia residente in via Ceravolo nei pressi della centralissima piazza Dante.

Al ritorno nella loro abitazione solo il tempo di aprire il portone di casa, attorcigliata alla ringhiera della scala una vipera, sveglia e attenta ai movimenti dei presenti. Passato il comprensibile panico iniziale, i residenti allertavano i vigili del fuoco del distaccamento di località “Foresta”, pochi minuti e sul posto si recava una squadra con il capo esperto Mario Cepi.

Grazie ad attrezzature in dotazione tra cui una lunga pinza la vipera veniva catturata e  messa in condizioni di non nuocere,successivamente  la vipera veniva posta in libertà nei boschi delle Preserre, una mattinata  movimentata per la famiglia residente ,ma solo tanto spavento.

Questi serpenti sono caratterizzati da una testa di forma triangolare e a punta, con un corpo tozzo ed una coda corta e rastremata. Possiedono una ghiandola situata nella regione posteriore e laterale del capo che produce un veleno formato da un’alta percentuale d’acqua, diverse albumine ad alta tossicità e altre proteine enzimatiche che agiscono sui tessuti, sulla coagulazione del sangue e, a volte, sul sistema nervoso.

Per inoculare questo veleno utilizzano delle lunghe zanne mobili canalicolate che, quando il serpente apre la bocca, formano un angolo di 90° con la mascella ed in caso di morso penetrano nella cute della preda e iniettano il veleno attraverso i canali; quando chiudono la bocca le zanne vengono ruotate contro il palato.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.