Stampa Stampa
39

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – Differenziata, buoni i primi due mesi


Incoraggianti i numeri dei primi sessanta giorni del nuovo servizio attuato col metodo del “porta a porta”

di Fra. PO.

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 2 LUGLIO 2015 – Differenziata con il metodo del “porta a porta”, buoni i primi due mesi. In sintesi le considerazioni del sub commissario prefettizio Francesco Giacobbe nella riunione tenutasi a palazzo Staglianò, sala delle conferenze tra rappresentanti dell’ente, amministratori della cooperative “stella del Sud” che sta gestendo il servizio e cittadini.

Dai primi di maggio, allora in sella c’era ancora la maggioranza di centro destra comandata dal sindaco Gregorio Tino,  alcune cose sul versante spazzatura ne sono cambiate. Sono state rimosse le isole verdi. Ce n’erano ventidue, collocate su tuttoi il territorio comunale, comprese le zone agricole. Quella di via Foresta, invece, è rimasta ma è tenuta a regola d’arte.

Su una cosa, però, Giacobbe ha insistito nel suo ragionare, ovvero sul rapporto di collaborazione tra operatori della ditta specializzata e utenti. Non meno importanti per il rappresentante governativo i margini di miglioramento di un progetto ancora del tutto sperimentale.

L’aspetto tecnico è stato snocciolato da Daniela Marchese, consulente della ditta incaricata del servizio. Nelle sue parole il confronto con i primi mesi del 2015 sul quantitativo di indifferenziata conferita, ridottosi in maniera evidente tanto che a maggio ha raggiunto il 58%.  Tra quello che era prima dell’avvio della differenziata e quello che sta succedendo con l’avvio del servizio tutti ne hanno preso atto.

«Anche se ci sono ancora conferimenti con il vecchio sistema – ha fatto notare Marchese –  il dato è buono. Nel mese di giugno abbiamo toccato quota 53%. Il dato va integrato con le pesate dell’ultima settimana del mese per cui i numeri sono incoraggianti».

Dal primo mese di avvio del servizio è stato ottenuto il 42%. Adesso si riparte dal 47 della seconda metà di giugno. Dati considerati da tecnici e amministratori molto soddisfacenti e al di sotto dell’obiettivo minimo del 50%. Ora si guarda all’obiettivo di fine anno: quota 65%. Tra le iniziative per raggiungerlo la sensibilizzazione della comunità con campagne informative che, ad inizio del nuovo corso di studi, toccherà anche le scuole.

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.