Stampa Stampa
13

CENTRACHE (CZ) – Trasporto alunni, c’è il contributo alle famiglie


Centrache, il centro cittadino

Centrache, il centro cittadino

L’amministrazione comunale ha deciso di aiutare i nuclei familiari costretti per assenza dei plessi scolastici a mandare i figli negli istituti del circondario

di Fra. PO.

CENTRACHE (CZ) – 28 MARZO 2015 – Quando, come avviene nel piccolo centro delle Preserre Catanzaresi, mancano i plessi scolastici le famiglie devono fare di necessità virtù. La necessità diventa quotidianità. Per garantire formazione e cultura ai propri figli occorre necessariamente iscriverli e portarli alle scuole dei Comuni vicini.

Sono i sacrifici, economici e personali, che si fanno per la prole. E chi non li fa. L’amministrazione comunale guarda con attenzione a questo aspetto. Ed interviene. <<Per garantire il fondamentale diritto allo studio costituzionalmente garantito – dice il sindaco Fernando Sinopoli – abbiamo deciso di riconoscere un contributo in favore delle famiglie che hanno figli frequentanti scuole e istituti nei paesi del comprensorio>>.

In moneta signifca: 30 euro per ogni nucleo familiare avente alunni frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado ubicate nei Comuni di Olivadi, Petrizzi e San Vito sullo Ionio; 200 per ogni alunno frequentante le scuole superiori del comprensorio; 500 per ogni alunno frequentante l’istituto seminario e 100 per ogni nucleo familiare con alunno frequentante la scuola dell’infanzia.

<<Il contributo – aggiunge Sinopoli – verrà riconosciuto, previo accertamento della regolarità nel pagamento dei canoni acqua, riferito all’anno 2013, Tari, Imu e canoni di locazione 2014, Tares 2013 e ravvedimento Ici anno 2009>>.

Oltre all’ attestato della frequenza scolastica, per ottenere il beneficio è lsono richiesti la residenza di entrambi i genitori nel Comune di Centrache nel 2014 o l’iscrizione all’Aire.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.