Stampa Stampa
42

CENTRACHE (CZ) – ALLARME ACQUA PUBBLICA, VIETATO BERLA


Ordinanza del sindaco: vietato l’uso da rete comunale che attinge da fontane piazza Roma e villa comunale

di Franco POLITO

CENTRACHE (CZ) – 21 MARZO 2016 –  Problemi con la potabilità dell’acqua nel piccolo centro delle Preserre Catanzaresi.

Li ha messi in evidenza il settore medico dell’Arpacal di Catanzaro che ha effettuato le analisi sui campioni destinati al consumo umano prelevati dalle fontane pubbliche  di piazza Roma e della villa comunale “Cittadinanza Attiva”. 

Dopo la comunicazione dell’esito sfavorevole dgli esami dell’Unità Operativa Igiene Alimenti e Nutrizione di Soverato, è scattata «l’inderogabile esigenza – spiega il sindaco Fernando Sinopoli –  di limitare l’uso della risorsa idrica di tutta la parte della rete comunale dalla quale attingono i punti su cui è stato effettuato il  campionamento e le analisi».

Tradotto. Il sindaco ha emesso ordinanza con cui ha vietato a chiunque di utilizzare l’acqua della rete comunale che attinge alle fontane pubbliche di piazza Roma e della villa comunale “Cittadinanza Attiva”.

In particolare Sinopoli ne ha vietato l’uso per scopo «alimentare – si legge nel provvedimento  –  lavaggio e preparazione alimenti, igiene orale, lavaggio stoviglie o utensili da cucina, lavaggio apparecchiature sanitarie e lavaggio oggetti per l’infanzia (biberon, contenitori pappe e altro)».

Nessun limite, invece, è stato imposto per «la pulizia della casa aggiunge l’ordinanza – il funzionamento degli impianti sanitari e per l’igiene della persona, ad eccezione dei limiti indicati in  precedenza».

In  prossimità delle fontane sono stati apposti dei manifesti con la scritta “Acqua non potabile” mentre una copia del provvedimento è stata trasmessa all’Unità Operativa Igiene Alimenti e Nutrizione dell’Asp di Catanzaro che ha sede a Soverato.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.