Stampa Stampa
31

CENTRACHE (CZ) – Acqua non potabile, scatta il divieto di usarla


Centrache, una via cittadina

Ordinanza del sindaco Fernando Sinopoli limitatamente alle fontane pubbliche site in piazza Roma, via Papasodaro n.2 e presso il cimitero comunale

di Fra. PO.

CENTRACHE (CZ) – 19 GIUGNO 2015 –  «Divieto di utilizzare per scopi potabili l’acqua della rete comunale che attinge alle fontane pubbliche site in piazza Roma, via Papasodaro n.2 e presso il cimitero comunale».

E’ il sunto dell’ordinanza del sindaco Fernando Sinopoli in cui è sfociata la nota con la quale giovedì scorso il laboratorio dell’Arapacal, Settore medico di Catanzaro, ha comunicato l’esito sfavorevole delle analisi sui campioni di acqua destinati al consuma umano prelevati il giorno prima da alcuni punti della rete comunale.

Ad essa si è aggiunta anche la comunicazione dell’Unita’ Operativa Igiene Alimenti e Nutrizione dell’Asp di Catanzaro che ha sede a Soverato. Tanto da indurre il primo cittadino a «rilevare la  necessità di sospendere l’utilizzo dell’acqua per scopi potabili relativamente alla rete pubblica cittadina dalla quale attingono i punti sui quali è stato effettuato il campionamento».

L’ordinanza di Sinopoli non ha carattere “assoluto”, ovvero non riguarda l’intera rete ma solo una parte di essa. Comunque sia, il provvedimento ha carattere preventivo a tutela della salute pubblica in attesa di successivi controlli e del ritorno dei valori nei limiti di legge.

Il sindaco, inoltre, ha disposto l’apposizione di manifesti con la dicitura “Acqua non potabile” in prossimità delle fontane sottoposte a divieto ordinando la  trasmissione dell’ordinanza all’Unità Operativa Igiene Alimenti e Nutrizione di Soverato.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.