Stampa Stampa
24

CENADI SI CANDIDA A “BORGO DELLA CALABRIA”


Amministrazione comunale intende partecipare all’Avviso Pubblico Regionale per il sostegno e valorizzazione centri storici

di Franco POLITO

CENADI (CZ) –  15 LUGLIO 2018 –  Come si apprende da una nota dell’amministrazione comunale dei sindaco Alessandro Teti, «il Comune di Cenadi, a seguito dell’Avviso Pubblico Regionale per il Sostegno di Progetti di valorizzazione dei Borghi della Calabria (programmazione regionale unitaria 2014-2020), ha necessità di acquisire al patrimonio comunale immobili ubicati nel centro storico del capoluogo, da destinare ad interventi di recupero e ristrutturazione nell’ambito del Progetto di Valorizzazione previsto dall’Avviso Pubblico regionale, per il quale il Comune di Cenadi richiederà apposito finanziamento».

«Per poter partecipare al bando – aggiunge la nota -, si rende necessario che il comune di Cenadi ottenga apposita disponibilità preventiva alla vendita di immobili di proprietà privata. Ecco dunque che l’Amministrazione  intende acquisire, quindi, manifestazioni di interesse concernenti la vendita di immobili.

In attuazione dei principi comunitari di parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e trasparenza, è consentito a chiunque abbia interesse di presentare apposita istanza compilando l’apposito  schema predisposto dai competenti uffici comunali».

Gli amministratori puntualizzano che «la pubblicazione dell’Avviso, la ricezione delle manifestazioni di interesse e la stipula del preliminare di compravendita, non comportano per il Comune di Cenadi alcun obbligo o impegno nei confronti dei soggetti interessati né danno diritto a ricevere prestazioni da parte del Comune di Cenadi a qualsiasi titolo, compreso il pagamento di commissioni di mediazione ed eventuali oneri di consulenza».

Per partecipare c’è tempo fino alle ore 12 di domani. Le manifestazioni di interesse dovranno essere formulate utilizzando lo specifico modello. Il documento deve essere presentato o pervenire al Comune di Cenadi, al seguente indirizzo: Piazza Paolo Domenico Gallo, n. 1.  

«La manifestazioni – puntualizzano sindaco e amministratori –  dovranno essere contenute in apposita busta chiusa e dovranno pervenire mediante consegna a mano o a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno o corriere autorizzato ovvero mediante Posta elettronica certificata alla casella comune.Cenadi@asmepec.it ; farà fede in ogni caso il protocollo di entrata dell’Ente».

«Coloro i quali avranno    presentato, nei termini sopra riportati, la propria Manifestazione di interesse a vendere il proprio immobile – conclude la nota -, e che avranno messo a disposizione immobili ritenuti idonei per le finalità dell’intervento progettuale e coerenti con l’idea di sviluppo prevista nel bando regionale, che non siano notevolmente degradati e che abbiano caratteristiche tecnico-costruttive in linea con l’intervento da realizzare, nei successivi cinque  giorni saranno contattati formalmente dal Comune di Cenadi per la stipula del contratto preliminare di compravendita dell’immobile, da registrare presso l’Agenzia delle Entrate, a cura e spese di questo Ente, che comunque non costituisce obbligo all’acquisto da parte del Comune.

La mera presentazione della manifestazione di interesse costituisce per il richiedente impegno a sottoscrivere il contratto preliminare di compravendita sopra citato».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.