Stampa Stampa
21

CATANZARO, STUDENTI & AFFITTI CONCORDATI: UNA QUESTIONE DI EQUILIBRIO


Seminario oggi promosso da Confedilizia

di Gianni ROMANO

CATANZARO – 22 MAGGIO 2018 –  “Studenti e affitti concordati, un rapporto equilibrato” sarà l’argomento del seminario che si svolgerà oggi, 22 maggio 2018, con inizio alle ore 18, presso l’aula studio “M. Gerace” di Catanzaro Lido, via Lungomare 111.

          All’incontro, promosso da Confedilizia Catanzaro, l’articolazione territoriale della più importante organizzazione della proprietà immobiliare, interverranno Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, Elisabetta Errigo, dottoranda di recerca dell’ UMG di Catanzaro, e Salvatore Passafaro, presidente dei Giovani dottori Commercialisti di Catanzaro. I lavori saranno aperti dai saluti di Antonio Abate, vice presidente di Confedilizia Catanzaro, e Michele Caruso, rappresentante degli studenti universitari.

L’incontro sarà incentrato sul nuovo accordo territoriale per la città di Catanzaro per i contratti a canone concordato, perfezionato in sede sindacale e depositato presso il municipio il 17 ottobre 2017, il quale, innovando in molti punti rispetto ai precedenti accordi vigenti nella stessa città, disciplina le locazioni per esigenze abitative ordinarie e per esigenze transitorie, nonché i contratti per studenti universitari

Saranno altresì illustrate in modo specifico le previsioni relative alle locazioni abitative per studenti universitari e le opportunità che lo stesso accordo appresta a favore dei proprietari, che possano concedere gli immobili in locazione e usufruire di agevolazioni fiscali, e a favore dei conduttori – studenti universitari, che a loro volta possano godere di immobili a canoni inferiori a quelli ordinari. Si realizza così, nell’ambito delle dinamiche del mercato, uno scambio a somma positiva, che avvantaggia tutte le parti contraenti

La trattazione riguarderà anche gli aspetti fiscali e, in particolar modo, il c.d. regime fiscale della cedolare secca del 10%, che è facoltativo e si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca si pagano l’imposta di registro e l’imposta di bollo, ordinariamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.confediliziacz.it

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.