Stampa Stampa
28

CATANZARO, “SETTEMBRE AL PARCO” OMAGGIA LUIS BACALOV


Concerto il prossimo 7 settembre al Parco della Biodiversità

di REDAZIONE 

CATANZARO  – 29 AGOSTO 2019 –  Sabato 7 settembre presso il Parco della Biodiversità di Catanzaro, nell’ambito della manifestazione Settembre al Parco si terrà il concerto evento “Omaggio a Luis Bacalov” – Milano Calibro 9 – Concerto Grosso – Contaminazione.

Una serata dedicata alla memoria dell’ingegnere Rino Amato, prematuramente scomparso, che della rassegna Settembre al Parco, insieme all’Onorevole Wanda Ferro, è stato convinto promulgatore sin dalla prima edizione nel 2007. Un Settembre al Parco che nel corso degli anni dal 2007 al 2014 era riuscito a diventare uno tra i maggiori festival internazionali avendo ospitato, tra gli altri, artisti del calibro di Billy Cobham, Martha Reeves, Ben E King, Eddie Floyd, Jack Bruce, Canned Heat, Jefferson Starship, Banco del Mutuo Soccorso, Alberto Fortis, Tony Hadley ecc.

L’evento, una produzione unica organizzata da Giacinto Lucchino, viene proposto per la prima volta in assoluto in una versione che prevede, oltre agli Osanna, a Vittorio De Scalzi, al Rovescio della Medaglia e alla presenza di David Jackson degli inglesi Van Der Graaf Generator, uno dei maggiori gruppi prog anni ’70, la presenza dell’Orchestra Sinfonica Internazionale della Campania composta da 56 elementi e diretta dal Maestro Leonardo Quadrini.

Un omaggio dedicato a Luis Enriquez Bacalov, musicista, compositore, arrangiatore, e premio Oscar 1995 per la colonna sonora de Il postino, che è stato uno dei personaggi che hanno maggiormente influenzato la musica italiana. Dopo aver collaborato con i maggiori successi dei big dell’epoca, tra i quali Nico Fidenco, Gianni Morandi, Sergio Endrigo, Rita Pavone e Umberto Bindi, Bacalov, tra il 1971 e il 1976 (anno nel quale uscì il Concerto Grosso n. 2), dà vita alla sua stagione progressiva. Con il Concerto grosso per i New Trolls – colonna sonora tra l’altro de La vittima designata di Maurizio Lucidi – Bacalov rispolvera la vecchia formula barocca dove due orchestre, quasi in competizione, si fronteggiavano fra loro.

L’idea geniale però è quella di affidare una delle due parti a un gruppo rock. L’album avrà un successo straordinario arrivando a superare il milione di copie vendute. Preludio, Tema, Variazioni, Canzona è un altro capolavoro, affidato questa volta agli Osanna che ne firmano le Variazioni e il Tema. L’album, colonna sonora di Milano calibro 9 di Fernando Di Leo, è un altro grande successo trainato soprattutto da There Will Be Time, uno dei brani più seducenti in assoluto.

Vittorio De Scalzi eseguirà, oltre al Concerto Grosso, anche alcuni successi dei New Trolls come Quella carezza della sera e Una miniera mentre David Jackson oltre a eseguire i brani degli Osanna ci riporterà indietro nel tempo con le note indimenticabili di Theme One, classico della sua band inglese.

Quello del Rovescio della Medaglia con Contaminazione, un album del 1973, è invece un chiaro omaggio al Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach dove, ancora una volta, si avverte il grande talento del musicista argentino.

Una lunga serata che resterà negli annali della musica live in Calabria e in quelli di Settembre al Parco nella Hall of Fame degli artisti internazionali ospitati nelle precedenti edizioni.

Un live che l’Ing. Amato, con la sua grande passione e la sua eccezionale preparazione musicale, avrebbe apprezzato e condiviso.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.