Stampa Stampa
10

CATANZARO – RIDUZIONE IMU E TASI, CONFEDILIZIA INCONTRA GLI AMMINISTRATORI COMUNALI


“Una necessità imprescindibile”

 di REDAZIONE

 CATANZARO – 17 NOVEMBRE 2017 –  Si è tenuto presso il Municipio di Catanzaro, un importante incontro tra l’assessore agli Affari Generali di Catanzaro, Danilo Russo, il presidente del Consiglio Comunale della medesima città, Marco Polimeni, e Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, l’associazione storica della proprietà immobiliare.

 Tale incontro ha costituito l’occasione per un proficuo e approfondito colloquio informativo, per uno scambio di idee e per discutere in ordine alle problematiche connesse alla richiesta avanzata da Confedilizia, unitamente ad altre sigle sindacali, di riduzione delle aliquote di IMU e TASI, attualmente al 10,6 per mille, per i contratti concordati di locazione di cui al nuovo accordo territoriale sottoscritto in sede sindacale il 17 ottobre 2017.

 «La riduzione di IMU e TASI per i contratti regolamentati – ha rilevato Sandro Scoppa per la Confedilizia – è una necessità imprescindibile, e rappresenta un ulteriore passo importante nella giusta direzione, dopo quello compiuto con la firma del nuovo accordo territoriale.

Essa è anche finalizzata a rendere maggiormente appetibili i rapporti locativi per esigenze abitative ordinarie, per esigenze transitorie e per studenti universitari, disciplinati dalla convenzione sindacale, ai quali è altresì applicabile il regime fiscale della cedolare secca al 10%.

Siffatta riduzione ha altresì lo scopo di porre la fiscalità locale della città di Catanzaro sullo stesso piano delle altre città capoluogo sedi di università, che hanno ridotto, anche in modo considerevole, le aliquote di IMU e TASI per i contratti concordati di locazione». 

 L’assessore Russo e il presidente Polimeni a loro volta hanno sottolineato come: «Le questioni affrontate non possano prescindere dal rispetto del pareggio di Bilancio, condizione essenziale per il Comune. Infatti, già dal 2016, il Patto di stabilità è sostituito dal pareggio di Bilancio: la normativa in questione vincola l’amministrazione per l’anno 2017.

 Si sta procedendo, per come pattuito nelle settimane precedenti con Confedilizia, a redigere uno studio sulla fattibilità dell’abbattimento delle aliquote Imu e Tasi in maniera progressiva dal 2018. L’obiettivo è quello di restituire fiducia ai contribuenti catanzaresi, anche se limitatamente ai canoni concordati.

La timida ripresa registrata in Italia nell’ultimo periodo potrebbe fare da volano e incentivo all’abbattimento di alcune imposte. Il nostro impegno – hanno concluso Russo e Polimeni – rimane vivo e concreto nell’interesse della cittadinanza».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.