Stampa Stampa
13

CATANZARO – PUGNI E MINACCE A MADRE, ARRESTATO 29ENNE


Donna costretta a rifugiarsi in ripostiglio chiama la Polizia

di REDAZIONE 

CATANZARO – 3 SETTEMBRE 2016 –  Ha costretto la madre per alcune ore a rifugiarsi in un ripostiglio per evitare calci, pugni e minacce di morte.

Un ex sorvegliato speciale D.V., di 29 anni, è stato arrestato nel quartiere Lido di Catanzaro dagli agenti della Squadra Volante della Questura con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

I poliziotti, intervenuti dopo la segnalazione di un’aggressione nei confronti di una donna giunta al 113, hanno appurato che il giovane già da qualche ora prima del loro arrivo stava malmenando e insultando pesantemente la madre al punto da costringerla a trovare riparo in un ripostiglio dove è rimasta rinchiusa per diverse ore.

 Dopo alcuni tentativi di lasciare il piccolo locale, la donna è riuscita a procurarsi e a utilizzare un telefono portatile attraverso cui ha chiamato la Polizia di Stato per chiedere e ottenere aiuto.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.