Stampa Stampa
62

CATANZARO – MALTEMPO, PROVINCIA CHIEDE STATO CALAMITA’ NATURALE


Danni per cinque milioni di euro 

di REDAZIONE 

CATANZARO –   10 NOVEMBRE 2015 –  Ammonterebbero a quasi cinque milioni di euro i danni determinati dall’alluvione che il 31 ottobre e il 1 novembre scorsi ha interessato anche il territorio della provincia di Catanzaro, in particolare l’area Ionica del Soveratese.

Lo rende noto la stessa provincia che annuncia che “la richiesta di stato di calamità naturale, deliberata dal presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, lo scorso 3 novembre, è stata inoltrata al presidente del consiglio del ministri, al ministro dell’Interno, al presidente della Regione Calabria e al prefetto di Catanzaro, ciascuno per le rispettive competenze”.

Tra le strade provinciali danneggiate la Sp 124 (Soverato-Montauro scalo-Pietragrande-Caminia), con conseguente chiusura del Ponte sul fiume Ancinale su disposizione della protezione civile. Inoltre, instabilità delle scarpate, smottamenti, dilavamenti e caduta massi hanno interessato anche la Sp 128 (Ponte-Turritto-Ponte Ancinale-Davoli-San Sostene Sant’Andrea), la Sp162/2 (ex SS 181 – Cortale-Girifalco-Squillace-SS106 – Squillace), la Sp 89 (Cortale-Caraffa-innesto provinciale per Vena di Maida nei pressi del fiume Pesipe. Chiusa per frane la Sp 139, Santa Caterina-Guardavalle, e la Sp 143 Guardavalle-Elce della Vecchia.

Frane varie anche lungo la Sp 8/1 e la Sp13 nel territorio compreso tra Sellia Marina-Uria e Calabricata.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.