Stampa Stampa
12

CATANZARO – LE LOCAZIONI BREVI E QUELLE A USO DIVERSO DA ABITAZIONE


Seminario molto seguito di Confedilizia Catanzaro

 di REDAZIONE 

CATANZARO –  12 MARZO 2018 –  “Le locazioni brevi e quelle non abitative, tra cedolare secca e liberalizzazione necessaria” è stato il tema del nuovo, interessante seminario tenuto presso la sala della Giunta dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro.  

Al seminario, aperto dai saluti di  Antonio Abate, vice presidente di Confedilizia Catanzaro, e Jole Le Pera, presidente del Movimento forense, e moderato da Vittorio Ranieri, segretario del Movimento Forense di Catanzaro, sono intervenuti Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Calabria, Elisabetta Errigo, ricercatrice dell’UMG, Salvatore Passafaro, presidente dei Giovani Dottori Commercialisti di Catanzaro, e Gian Battista Baccarini, presidente nazionale della FIAIP – Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali.  

I relatori si sono soffermati sulle locazioni diverse da esigenze ordinarie di abitazione, come le locazioni brevi e quelle per uso diverso, che riflettono tipologie di contratti molto diffusi. Essi, come è stato sottolineato, sono funzionali o collegati con numerose attività produttive e interessano un numero crescente di individui e operatori di più settori economici.  

La loro disciplina è contenuta in diverse disposizione di legge, a partire dal codice civile sino al recente decreto legge n. 50/2017, il quale ha introdotto una specifica regolamentazione per i contratti di locazione di immobili che hanno una durata non superiore a 30 giorni: le cosiddette “locazioni brevi”.

 Nel seminario, sono state pure affrontate le problematiche relative alle locazioni per uso diverso da abitazione, ancora disciplinate dalla ormai superata legge sull’equo canone, la n. 392/78, per le quali l’intervento dello Stato ha assunto connotati estremamente pervasivi, attraverso la predisposizione di una disciplina coercitiva delle libere contrattazioni individuali e l’imposizione di un regime fiscale particolarmente oneroso.

 Come pure rilevato dai medesimi relatori, per detti rapporti locativi sono ormai necessari interventi di liberalizzazione e l’estensione del regime virtuoso della cedolare secca, le quali cose avrebbero il pregio di aiutare commercio e artigianato e di contribuire a combattere la desertificazione e il degrado di tante centri urbani.

 Il seminario, che è stato seguito da un pubblico numeroso e attento, è stato organizzato da Confedilizia Catanzaro con la FIAIP nazionale e le articolazioni della città capoluogo del Movimento Forense, del Coram, del Collegio dei Geometri, e dei Giovani Dottori Commercialisti.

 Per maggiori informazioni consultare il sito www.confediliziacz.it. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.