Stampa Stampa
7

CATANZARO – La tabella di marcia del consorzio di bonifica “Ionio Catanzarese”


Al consorzio varano una nuova modalità organizzativa del lavoro

Al consorzio varano una nuova modalità organizzativa del lavoro

Stabilita nella riunione dei gruppi di lavoro istituiti su specifiche tematiche

di Franco Polito

CATANZARO – 11 DICEMBRE 2014 – Moderno e al passo con i tempi. Sia per capacità di adeguarsi alle nuove istanze del territorio e dei consorziati. Sia per modalità di svolgimento dell’attività. 

Negli ambienti del consorzio di bonifica “Ionio Catanzarese” hanno disegnato una “metodologia organizzativa e di lavoro” individuata e decisa lo scorso 8 novembre. Una strategia che prevede la figura del Consigliere delegato su specifici argomenti e l’istituzione dei gruppi di lavoro, una sorta di unità di missione, composta anche di professionalità esterne al Consiglio che si sono dichiarate disponibili a dare il loro contributo, senza ovviamente costi aggiuntivi.

In questo modo il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese, in una apposita riunione, ha cominciato a discutere su quelle che rappresentano per l’Ente consortile le sfide del presente e di un prossimo futuro che dovranno vedere impegni puntuali <<che, – ha affermato il Presidente Grazioso Manno – noi vogliamo raccogliere e portare con decisione avanti per dare ancor di più risposte positive ai consorziati, all’imprenditoria agricola e all’intera collettività>>.

Una discussione costruttiva e concreta, che si è soffermata anche nei dettagli, ha caratterizzato l’incontro dei gruppi di lavoro. Da ognuno dei partecipanti è venuto l’apprezzamento per la scelta di una modalità organizzativa moderna, coinvolgente e che co – responsabilizza tutti in un giusto dosaggio di professionalità e di rappresentanza dei territori.

Nella discussione che è seguita sono intervenuti tra gli altri Gavino Brescia, del gruppo di lavoro agrario Forestale, che ha insistito su <<un sempre maggiore coinvolgimento degli agricoltori nell’opera di tutela del territorio, nonché sull’importanza dell’irrigazione che deve essere puntuale ed efficiente a garanzia di una agricoltura di qualità>>.

Poi Elena Console, consigliere delegata alla programmazione e ai fondi comunitari con il suo porre l’accento <<sulle progettualità del Consorzio riguardo la realizzazione delle centrali idroelettriche  e per la produzione di compost, attività che possono essere finanziate in parte con i fondi europei e che suscitano l’interesse anche di imprese private. E’ importante che i Consorzi di Bonifica partecipino autorevolmente ai tavoli di partenariato dei fondi comunitari nei quali si giocano partite decisive>>. 

E ancora Elena Grimaldi, consigliere delegata al dissesto idrogeologico, soffermatasi sull’importante ruolo del Consorzio che, anche sulla scorta di valide professionalità interne, sulla mitigazione del dissesto con adeguati finanziamenti è in grado di garantire  politiche efficaci e rapidità di interventi. 

Quindi Filippo De Grazia, componente dello staff del presidente, che ha evidenziato il sinergismo con i Comuni che il Consorzio ha perseguito ha risolto diverse problematiche. Ritiene importante investire nella produzione di energia con le fonti rinnovabili.

Carla Chiriaco, invece, un ingegnere esterno, del Gruppo dei Lavori Pubblici, ritiene importante confrontare i progetti con i sindaci per avere subito un riscontro concreto.

A seguire Rocco Mazza, consigliere del Consorzio, e la proposta di istituire un gruppo di lavoro sulla revisione della spesa ed investimenti sulle energie rinnovabili ha invitato a ragionare anche sulle piccole cose. Dagli altri interventi è emersa una tabella di marcia che deve essere rapida e veloce , fatta con intelligenza, perspicacia e soluzioni ponderate.

Il presidente Manno, concludendo i lavori e dichiarando la propria soddisfazione, ha proposto una tempistica stringente dei gruppi di lavoro, la presenza costante e propositiva nel rapporto con le Istituzioni anche per una battaglia sulle risorse economiche che in questi anni sono costantemente diminuite. Un impegno particolare sarà quello rivolto alla diminuzione dei costi e all’aumento dei servizi e al rafforzamento del parco mezzi per interventi programmati e scaglionati su tutto il territorio. Ha annunciato altresì che a breve partiranno incontri in tutti i comuni del territorio consortile con i consorziati, istituzioni e cittadini in modo che si possano rilevare le esigenze e  avere sempre un quadro costante di riferimento.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.