Stampa Stampa
12

CATANZARO – LA NUOVA VESTE DI “SETTEMBRE AL PARCO”


Torna, rinnovata nei contenuti, la manifestazione dedicata a territorio, ambiente e cultura

di REDAZIONE 

CATANZARO – 8 SETTEMBRE 2016 –  Roberto Vecchioni, James Senese e Napoli centrale, i Nomadi.

Sono solo alcuni dei protagonisti musicali che si alterneranno sul palco della decima edizione di “Settembre al Parco – NaturArt: suono, voci e forme della natura” nel corso della rassegna che si terrà da mercoledì 14 a domenica 18 settembre. Non solo concerti, ma anche incontri e confronti culturali, laboratori e mostre fotografiche a fare da cornice ad una manifestazione che vede come obiettivo valorizzare ulteriormente la splendida struttura dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro in cui si svolgerà l’evento: il Parco della Biodiversità mediterranea.

La kermesse è stata presentata ieri mattina nella sala Giunta della Provincia di Catanzaro alla presenza del presidente Enzo Bruno, del vice presidente della Giunta regionale Antonio Viscomi, del direttore generale del Dipartimento Cultura, Pasquale Anastasi, della dirigente del settore Cultura e direttore del Parco, Rosetta Alberto, il promoter Maurizio Senese della EsseEmme Musica (che si è occupato anche quest’anno della selezione artistica). Presenti anche il vice presidente della Provincia, Marziale Battaglia, e i consiglieri provinciali Nicola Ventura, Gianfranco De Vito, Emilio Verrengia e Marco Polimeni.

Le attività svolte durante l’evento saranno varie e diversificate. Attorno alla rassegna musicale, caratterizzata da una attenzione ai legami di artisti e performances ai temi dell’ambiente (perfino il manifesto dell’iniziativa è green, stampato su carta riciclata), rafforzata dalla sezione “Suoni del Parco”, sono inserite esposizioni fotografiche e di arti grafiche connesse alla natura (Sezione “Photovoice”); rassegne cinematografiche sui temi della manifestazione (Sezione “L’occhio del Parco”); fruizione di giardini, scambi e vendita di piante con la finalità di educare alla cultura ambientale con annessi laboratori (botanica, decorazione floreale nella sezione “Le stanze verdi”) e lavoratori creativi e didattici per bambini e adulti (Sezione “Dai senso a quello che hai”).

“La manifestazione quest’anno sarà arricchita da sezioni di vario genere che concorreranno a farne un evento tematico per fornire un’offerta completa e omogenea dal punto di vista culturale. La nuova edizione di ‘Settembre al Parco’ si propone di realizzare e rinnovare l’evento storicizzato dal 2007, realizzando alcuni obiettivi specifici come, prima di tutto rafforzare l’identità del Parco, una delle strutture più belle d’Italia, e dei beni culturali e ambientali ad esso connessi. E questo al fine di promuovere il Parco della Biodiversità su scala ancora più ampia – ha esordito il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno -. Attraverso l’elevata qualità dell’offerta di quest’anno, realizzata grazie all’importante contributo della Regione Calabria che finanzia il progetto con i Fondi PAC (Bando D.D.G. n. 3883 dell’8/4/2016, ndr) puntiamo ad inserire la struttura negli itinerari culturali ed ambientali di prestigio, aumentando ulteriormente la percezione del valore di questo patrimonio naturalistico di grande rilievo, integrato a quello culturale e ambientale”.

La novità di quest’anno è proprio questa: una programmazione incentrata sul protagonismo di cultura, natura, sport e arte con gli spettacoli musicali a fare da cornice. Il presidente Bruno ha sottolineato ancora una volta, rivolgendosi proprio al vice presidente della Giunta regionale, Viscomi, l’importanza di ragionare del futuro del Parco in prospettiva, proprio a causa dell’attuazione della legge di riordino degli Enti locali denominata Delrio che sottrae alle Province funzioni come la cultura e la competenza su Parchi e musei. “Il Parco della Biodiversità rappresenta un patrimonio straordinario: 80 ettari per cui prima la Provincia spendeva circa un milione di euro l’anno e che oggi deve preservare con soli 60 mila euro – ha detto ancora Bruno -. Alla Regione, quindi, chiediamo di intervenire per garantire assieme alla Provincia questo straordinario patrimonio e renderlo ancora più bello e importante. Tutto quello che stiamo facendo per gli interventi di manutenzione e mantenere la qualità dei servizi, alle condizioni economiche date, è davvero un miracolo”.

La decima edizione di “Settembre al Parco” è, quindi, realizzata con l’importante contributo della Regione Calabria e degli sponsor privati che hanno aderito al bando pubblico pubblicato dalla Provincia di Catanzaro con una formula davvero innovativa, come ha sottolineato il presidente Bruno e il vice presidente della Giunta regionale, Viscomi. Una formula, quella del partenariato pubblico-privato per la promozione di enti ed eventi culturali che la Provincia di Catanzaro ha già sperimentato con successo nella gestione del Museo Marca affidato in convenzione alla Fondazione Guglielmo, guidata dal notaio Rocco Guglielmo, che Bruno ha salutato e ringraziato per la presenza e per la riuscita collaborazione.
“Abbiamo sostenuto in maniera significativa il progetto della Provincia di Catanzaro perché dietro ‘Settembre al Parco’ c’è prima di tutto una idea di comunità – ha detto il vice presidente della Giunta regionale, Viscomi -. Una comunità che si incontra, si confronta, riscopre la natura.

La cosa più importante, quindi, è l’idea di città che viene fuori. Sottolineo questo aspetto proprio perché in questa regione abbiamo necessità di riscoprire il senso di comunità, la parola che ripeto con maggiore frequenza da quanto sto facendo questa esperienza nella Giunta Oliverio. In questa regione siamo molto bravi a farci la guerra, ma dobbiamo imparare a riscoprirci come comunità che ha un destino comune. Dietro ‘Settembre al Parco’, quindi, c’è anche una idea di città. Ed è un’idea positiva, non è un’idea mercantile, proprietaria, ma è l’idea di una comunità che si incontra in un luogo privilegiato qual è il Parco. Si tratta, inoltre, di un bene culturale e come tale deve essere trattato. E le comunità non possono essere private di questi culturali”. Viscomi ha anche apprezzato l’iniziativa della Provincia di aprirsi al “partenariato pubblico-privato, inteso come incontro tra portatori di competenze ed esperienze”, “una esperienza indicativa di un percorso positivo da sostenere e da apprezzare”.

La rassegna cinematografica di film sulle tematiche ambientali per sensibilizzare il pubblico, attraverso lo strumento culturale “cinema” e dargli spunti di riflessione e informazione sull’importanza del bene “Ambiente” è cura dell’associazione “Cineteca della Calabria” di Catanzaro. Le altre iniziative sono organizzate in collaborazione con Arsac, Istituto agrario “Vittorio Emanuele II”, associazione “Nido di Seta”, Associazione Dico, Confindustria Giovani, Annozero, Liceo Classico “Galluppi”, Grazia Fasanella, New Just Dance. Nella giornata di chiusura saranno riprodotti i suoni del Parco della Biodiversità campionati da AIPS Archivio italoiano Paesaggi sonori ed utilizzati per realizzare una performance di sound art, grazie ad Attilio Novellino e Matteo Uggeri.

Servizi previsti
Baby parking: viene offerto un intrattenimento curato e studiato per permettere ai genitori di affidare ad animatrici esperte e professionali i propri figli più piccoli (età massima 3 anni) e godersi appieno gli eventi culturali del pomeriggio;

Attività didattiche laboratoriali: ampio ventaglio di proposte didattiche dedicate ai bambini e ragazzi di ogni fascia d’età, declinate sul tema “Dai un senso a quello che hai”;
Nursery_ Bimbo Point: uno spazio attrezzato per cambiare e nutrire i propri bebè in totale tranquillità, un passo in più perché il Parco sia effettivamente a misura di bambino;

Giochi per crescere: aree ad accesso gratuito studiate per i bambini con scivoli, giochi gommosi, ponti tibetani e a piramide, una funivia a pendolo e, all’interno del “Parco dei folletti”, un castello in legno e un vascello dei pirati: giochi per i quali, tenendo conto della messa in sicurezza degli impianti, è stata utilizzata una pavimentazione anti trauma in granulato di gomma, rivestimento con capacità ammortizzanti;

Attività per i pubblici speciali: sono previste visite guidate e personalizzate tra le opere del Parco Internazionale della Scultura, dedicate ai diversamente abili;

Trasporti: per agevolare lo spostamento del solo pubblico speciale saranno disponibili veicoli elettrici. Inoltre verranno attivate convenzioni con AMC e ditte private per l’istituzione di navette per raggiungere il parco dal multipiano di via Gioacchino da Fiore messo a disposizione gratuitamente.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.