Stampa Stampa
53

CATANZARO – FURTO A IMPIANTO CORACE, COMUNE: «NESSUNO SVERSAMENTO IN MARE»


Episodio ha bloccato ciclo depurativo dell’impianto. Riunione operativa per tornare alla normalità

di REDAZIONE 

CATANZARO – 6 SETTEMBRE 2016 –  Da una prima stima ammonterebbero a circa 130mila euro i danni al depuratore del Corace che, nella notte tra domenica e lunedì, è stato oggetto di un grave furto da parte di ignoti. Lo ha reso noto l’ufficio igiene ambientale di Palazzo De Nobili, specificando che al momento non è avvenuto alcuno sversamento di liquami in mare.

Oltre al furto dei cavi e dei quadri elettrici, ingenti danni sono stati causati all’interruttore generale e alla cabina di trasformazione. Tale situazione ha bloccato, di fatto, l’intero ciclo depurativo dell’impianto.

Nella giornata odierna, l’assessore all’ambiente Stefania Valente ha presieduto una riunione tecnica alla quale hanno partecipato i dirigenti Giovanni Ciampa (igiene ambientale) e Gennaro Amato (lavori pubblici), il consigliere comunale Tommaso Brutto e il geometra Pasquale Scamardì al fine di individuare le misure atte a garantire un rapido ritorno alla normalità.

Palazzo De Nobili, quale misura cautelativa, consiglia di evitare la balneazione lungo la costa jonica catanzarese fino a nuove disposizioni.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.