Stampa Stampa
22

CATANZARO – Coldiretti: ”Gli emendamenti approvati su Imu agricola sono un impegno che continua”


COLDIRETTI ESATTO

Riguardano, tra le altre cose, la collina svantaggiata e gli usi civici

di REDAZIONE

CATANZARO – 25 FEBBRAIO 2015 – Questa mattina in aula al Senato previsto l’esame del Decreto Legge sulle esenzioni Imu Agricola, di cui la commissione Finanze ha concluso l’esame nella serata di ieri, approvando una serie di emendamenti.

Si tratta delle proposte di modifica che dispongono l’esenzione per i terreni agricoli per gli usi civici anche a partire dal 2015; una detrazione di 200 euro per la cosiddetta collina svantaggiata; la compensazione per i bilanci dei Comuni; il rimborso per chi avesse pagato sulla base dei precedenti criteri e risultasse esente coi nuovi.

Gli emendamenti approvati ieri sera si aggiungono ai due che hanno avuto il via libera la scorsa settimana. Il primo dispone la moratoria di interessi e sanzioni per chi paga il dovuto per il 2014 entro il 31 marzo 2015, il secondo e’ un emendamento del Governo al disegno di legge che contiene la proroga della delega fiscale. 

Prosegue l’impegno di Coldiretti nelle sedi Istituzionali – commenta Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria – anche per rivedere, in stretto rapporto con Regioni e Comuni l’attuale classificazione Istat dei Comuni, che va aggiornata ogni sei mesi, in modo da comunicare i parametri e dati oggettivi socio-economici per aumentare la platea dei comuni esenti.  Ricordiamo che ad oggi godranno dell’esenzione totale dall’Imu agricola 3456 cCmuni (prima erano 1498) e parziale per 655. Coldiretti ha chiesto, ottenendolo, la tutela dell’azienda agricola professionale con l’esenzione sulle aree parzialmente svantaggiate e con la riduzione delle aree pianeggianti che da sempre pagavano l’Imu”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.