Stampa Stampa
9

CATANZARO – CALORE NEI CONDOMINII, PROROGATO TERMINE CONTABILIZZAZIONE


Confedilizia: “Scongiurate sanzioni fino a 2.500 euro per appartamento”

 di REDAZIONE 

CATANZARO –  30 DICEMBRE 2016 –  Il Consiglio dei ministri ha disposto il rinvio al 30 giugno 2017 del termine – attualmente fissato al prossimo 31 dicembre – entro il quale nei condominii occorre installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, previa  verifica che tale installazione determini efficienza di costi e risparmio energetico. Lo comunica Confedilizia, sulla base di informazioni assunte presso il Governo.

Pochi giorni fa, Confedilizia – reiterando un’azione svolta nei confronti del precedente Governo – aveva scritto al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per segnalare che in molti edifici non è stato possibile adempiere a quanto imposto dalla legge a causa del ritardo con cui è stato approvato il decreto che ha modificato le regole applicabili e dell’impossibilità materiale, per le imprese, di soddisfare le innumerevoli richieste. Con il conseguente rischio dell’applicazione di forti sanzioni – da 500 a 2.500 euro per ciascuna unità immobiliare – nei confronti di moltissimi proprietari di casa.

“Diamo atto al Governo – ha dichiarato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa – di aver posto rimedio, pur con le difficoltà derivanti dai vincoli europei, ad un problema che aveva creato forte allarme nelle famiglie, come testimoniato dalle continue segnalazioni delle nostre Associazioni territoriali impegnate nella quotidiana attività di assistenza ai condominii. I sei mesi in più a disposizione potranno consentire, ai tanti proprietari e amministratori condominiali in difficoltà per colpe non a loro addebitabili, di attivarsi fin d’ora per svolgere il complesso iter necessario per l’applicazione della normativa”.

Per Sandro Scoppa, presidente di Confedilizia Catanzaro, il rinvio è quanto mai opportuno, visto che l’obbligo, particolarmente penetrante, riguarda tutti i condomini con riscaldamento centralizzato, ancora molto diffusi nella città e nella provincia di Catanzaro, a meno di motivati e certificati impedimenti tecnici. Come previsto dalla legge, si tratta di installare un contatore di fornitura in corrispondenza dello scambiatore di calore di collegamento alla rete o del punto di fornitura dell’edificio. A cura dei proprietari, poi, deve essere installato “un sotto-contatore” per ogni unità immobiliare, adatto a misurarne il consumo energetico.

Confedilizia Catanzaro è a disposizione di tutti gli interessati per ogni eventuale chiarimento e per le necessarie informazioni per ottemperare agli obblighi di legge.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.