Stampa Stampa
25

CATANZARO – ARMONIED’ARTEFESTIVAL, VENERDI’ 6 E DOMENICA 8 NOVEMBRE GLI ULTIMI DUE APPUNTAMENTI


Venerdì prossimo gli intellettuali Piero Bevilacqua e Francesco Brancatella. Domenica, invece, giornata dedicata all’arte contemporanea

di REDAZIONE 

CATANZARO – 3 NOVEMBRE 2015 –  Dopo le performance internazionali che quest’estate hanno ancora una volta proiettato Armonied’Arte nei circuiti dei grandi Festival europei, dopo le intense e applauditissime rielaborazioni contemporanee del repertorio classico con le tre produzioni originali già in adattamento per la distribuzione, e in conclusione di un’attività autunnale dedicata invece ad approfondimenti di parola, gli ultimi due appuntamenti di questa XV edizione saranno venerdì 6 e domenica 8 novembre a Catanzaro.

Il primo, ospitato dalla Camera di Commercio alle ore 17.30, sarà un incontro dibattito  dal titolo suggestivo “I Luoghi e le Mete, immaginario e vissuti”, con due importanti intellettuali italiani, lo storico Piero Bevilacqua  già Preside all’Università  La Sapienza di Roma e Francesco Brancatella giornalista  inviato speciale di Rai TG1 e TV7, che discuteranno sul tema dei Migranti di eri e di oggi, tra Mezzogiorno ed Europa. Un tema non solo quanto mai attuale ma in linea con quell’impegno culturale che «la Fondazione Armonie d’Arte – come dichiara il presidente e direttore artistico Chiara Giordano – avverte come obbligo etico della società contemporanea, cosicchè, oltre l’importante e predominante parte spettacolistica, il Festival  intende esprimere durante tutto l’anno un impegno nella riflessione e in particolare su tematiche e contenuti incidenti sul nostro tempo; e in tal senso si colloca questa conferenza dibattito su una delle problematiche più complesse e drammatiche, a cura di autorevoli esperti e con tutta la consapevolezza che il parlarne certamente non è risolutivo delle criticità, ma certamente contribuisce alla responsabilizzazione individuale e collettiva in merito».

Concluderà l’incontro il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Paolo Abramo.

Domenica 8 novembre, invece, start alle ore 10,30 al Parco Internazionale della Scultura di Catanzaro, all’interno del Parco della Biodiversità Mediterranea, in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, con il Fai e con l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, ancora una giornata alla scoperta dell’arte contemporanea e per riaffermare  l’importanza del patrimonio storico – artistico e paesaggistico che la nostra terra conserva, e per evidenziare che la cosiddetta tutela oggi deve significare imprescindibilmente “valorizzazione”, e cioè fruizione consapevole

La mattinata inizierà con una visita guidata attraverso le prestigiose installazioni artistiche di alcuni dei più importanti artisti dello scenario mondiale come Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto, Marc Quinn, Mauro Staccioli e ancora Stephan Balkenhol,  Daniel Buren, Tony Cragg, Wim Delvoye, Jan Fabre, Antony Gormley, Dennis Oppeheim che negli anni, con le loro opere inizialmente pensate per Scolacium in occasione delle varie edizioni della mostra Intersezioni, hanno impreziosito questo già straordinario spazio verde cittadino trasformandolo in un luogo  di enorme valore monumentale, un vero museo internazionale all’aperto,  unico per la concomitanza di tante opere di così altisonanti autori.

La collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) consentirà visite guidate e si sostanzierà in un momento del progetto “Ciceroni”, con la partecipazione degli studenti del liceo classico e dei licei scientifici della città, progetto che negli ultimi anni ha coinvolto oltre 30.000 studenti in un’esperienza di cittadinanza attiva al fine di sensibilizzare i giovani alla “presa in carico” del patrimonio culturale, storico e artistico, ampliando la consapevolezza intorno alle tematiche legate alla gestione di un Bene d’Arte e integrare conoscenze teoriche con una esperienza pratica altamente formativa.

Sulla scia delle grandi opere stabili ospitate nel Parco, poi, gli studenti dell’Accademia di Belle Arti animeranno il percorso realizzando opere estemporanee ispirate alle varie installazioni; i lavori prodotti saranno oggetto di una selezione per successive esposizioni al Parco. La giornata si concluderà con una visita guidata al Museo Storico Militare (MUSMI).

Armonied’ArteFestival, pur chiudendo così ufficialmente la quindicesima edizione, certamente non lascerà soli amici ed utenti, ma sin d’ora manifesta la volontà di accompagnare in un viaggio sempre attivo nelle “buone e belle cose “  quanti vorranno condividere pensieri e attività in un’idea di umanità giusta e alta, almeno negli auspici.

Tutti gli appuntamenti sono  ad ingresso libero e gratuito, per info è possibile consultare il sito www.armoniedarte.com.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.