Stampa Stampa
26

CATANZAR0 – FESTIVAL D’AUTUNNO, FIABE LETTERIO DI FRANCIA CONCLUDONO XIII EDIZIONE


Un tuffo nel patrimonio dei racconti calabresi 

di REDAZIONE 

CATANZARO – 10 NOVEMBRE 2015 –  «La Calabria era tutto un mondo da esplorare, in fatto di fiabe popolari, d’una ricchezza sterminata e di tale importanza, da non riuscire inferiore a nessun’altra regione d’Italia». Così Letterio di Francia aveva intuito, prima di molti altri, il grande patrimonio calabrese fatto di racconti unici e fiabe da tramandare. E Saranno proprio le sue favole a concludere la XIII edizione del Festival d’Autunno, diretto da Antonietta Santacroce.

“C’era una volta” nasce da un’idea del direttore artistico di contribuire alla divulgazione sia del nostro patrimonio culturale che degli artisti calabresi e andra’ in scena in prima nazionale assoluta, Domenica 15 novembre alle ore 18,30 presso l’Auditorium “Casalinuovo di Catanzaro. In scena Elisa Condello, Francesca Guerra, Michele Grillone, Roberto Malta, Francesco Passafaro, Stefano Perricelli, Rossella Rotella, Ines Rubino e Alessia Valia. Le musiche sono di Rosario Raffaele La rielaborazione teatrale e la regia sono di Francesco Passafaro.

«Abbiamo deciso di concludere questa edizione del Festival d’Autunno – ha dichiarato il direttore artistico Antonietta Santacroce – con una produzione originale per contribuire a valorizzare l’immenso patrimonio umano e letterario che la nostra  Regione conserva. In scena le “meraviglie magiche” di Letterio di Francia che senza dubbio affascineranno grandi e piccini in una rappresentazione originalissima che ci consente anche di continuare a valorizzare i talenti calabresi. In particolare sono sicura che, come fu lo scorso anno per la Compagnia di ballo Giovanni Calabrò, gli attori di Teatro Incanto, formatisi per la maggior parte sotto la guida di Nino Gemelli, avranno modo di farsi apprezzare dal pubblico in questo originale e coinvolgente allestimento scenico».

Le fiabe di Letterio rappresentano senza dubbio il giusto connubio tra il Sud e il cibo, elementi caratterizzanti questa edizione del Festival d’Autunno, che infatti oltre ai grandi nomi di Antonio Castrignanò, Franco Battiato, Al Bano, gli Osanna e i Napoli Centrale, ha proposto una sezione speciale dedicata al cibo e alle eccellenze, umane e gastronomiche. Anche le narrazioni popolari  di Letterio di Francia infatti si snodano intorno al cibo, al mangiare, alla sua ricerca e al suo consumo, che sono ossessione e preoccupazione costante e quotidiana dei protagonisti.

Domenica saranno rappresentate due fiabe: “Il mercante e la figlia” e “Re Pepe”. Se la prima è una sorta di Cenerentola calabrese, la seconda è invece assolutamente originale e intrisa di spirito popolare. Infatti all’idea tradizionale di una principessa che attende passivamente  il suo principe azzurro, ne è anteposta un’altra, Isabella, che lo sposo decide di crearselo da sola. Per mesi e mesi setaccia e impasta  zucchero e farina, ripetendo  in continuazione la stessa canzone e attendendo pazientemente che il suo principe  sia finalmente pronto e prenda vita. Per sapere come va a finire la storia non resta che acquistare i biglietti dello spettacolo presso la segreteria  del festival sita a Catanzaro su corso Mazzini presso il Cinema Teatro Comunale, aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:00 e sabato invece dalle 16:30 alle 20. Domenica i biglietti saranno in vendita esclusivamente presso l’auditorium Casalinuovo, in via Pugliese a partire dalle ore 17 fino alle 18:30, ora di iinizio spettacolo. Info: 388.8183649

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.