Stampa Stampa
73

CARDINALE (CZ) – Presunta incompatibilità assessore Marra, ne discute il consiglio comunale


CARDINALE - Palazzo Romiti, sede del municipio

CARDINALE – Palazzo Romiti, sede del municipio

La questione è stata sollevata dal consigliere di opposizione Danilo Staglianò, leader di “Io partecipo”

  di Franco Polito

CARDINALE (CZ) – 27 APRILE 2014 – E’ stato “accontentato”. Dopo avere sollevato la questione di una presunta incompatibilità alla carica di consigliere comunale di Umberto Marra, tra l’altro assessore ai Lavori Pubblici, il capogruppo minoritario di “Io partecipo” Danilo Staglianò si è vista inserire come preciso punto all’ordine del giorno del consiglio comunale di venerdì 2 maggio la valutazione del problema da parte di tutto il consesso. 

 A dire di Staglianò l’assessore Marra sarebbe incompatibile perché <<titolare della ditta Marra Umberto – non più in attività da qualche anno – chiamata in causa in qualità di terzo in un procedimento pendente tra il Comune di Cardinale e  alcuni privati>>.

Tradotto: secondo Staglianò <<l’assessore Marra risulterebbe costituito in un giudizio civile, ancora pendente, contro il Comune>>. E si tratterebbe <<di una vertenza – dice ancora Staglianò nell’interpellanza indirizzata al sindaco, agli altri consiglieri e al prefetto di Catanzaro –  in piedi al momento dell’insediamento e dell’accettazione della candidatura>>.

 Staglianò il problema lo ha posto sin dal consiglio comunale che ha inaugurato l’era Pino Marra sindaco riproponendolo in altra seduta di consiglio. Problema in quella occasione non accolto dal primo cittadino perché argomento non all’ordine del giorno. Poi la decisone di affidarsi alla formalità dell’interpellanza fondata <<sul perché, ad oggi, non è stata avviata la procedura di contestazione relativa all’incompatibilità del consigliere Marra>> e sulla richiesta <<che detta proceduta venga discussa nella prima seduta di consiglio comunale inserendola come precisa ordine del giorno>>.

 Staglianò, inoltre, nell’interpellanza fa sapere che <<in data 14 ottobre 2013 segnalava al prefetto di Catanzaro l’incompatibilità del consigliere Umberto Marra e, con la stessa interrogava il sindaco sui motivi della mancata verifica dell’incompatibilità>>.

E ancora, a detta di Staglianò, <<il prefetto chiedeva al sindaco di comunicare se, da parte dell’ente sia stata verificata l’effettiva sussistenza di causa d’incompatibilità e, in caso di riscontro positivo, se sia stata avviata la procedura di contestazione al consigliere Umberto Marra>>.

 Dall’interpellanza di Staglianò, inoltre, si apprende come <<a tutt’oggi non si sia ancora avuta notizia di risposta da parte del Ministero dell’Interno alla richiesta di parere sulla presunta incompatibilità del consigliere Marra inoltrata dal sindaco l’11 novembre 2013>>. Come dire, <<per quanto autorevole e fondamentale possa essere il parere del ministero – conclude Staglianò – spetta al consiglio comunale contestare l’incompatibilità>>.

 Una questione, tra l’altro, non sfuggita all’altro consigliere di minoranza Ivan Posca di “Rinascita per Cardinale”. Posca nell’ultimo consiglio comunale ha chiesto al sindaco di fornire notizie sulla vicenda.

 Il primo cittadino, di rimando, ha garantito <<l’inserimento della problematica nella prossima seduta da ritenersi a breve>>. E così è stato. Tempo una settimana e l’assemblea cittadina per eccellenza potrà dire la sua carte alla mano.

 Come di sicuro carte alle mano avrà l’assessore Marra sempre sicuro dell’insussistenza dell’incompatibilità. <<Il sottoscritto – continua a ripetere – non ha mai chiamato in giudizio il Comune di Cardinale>>. Nella stessa seduta il Consiglio si occuperà del conto consuntivo 2013 oltre che dell’esame e dell’approvazione dei regolamenti di economato e contabilità.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.