Stampa Stampa
215

CARDINALE (CZ) – “ONDA D’URTO” COLORA IL TERRITORIO


Ben 220 partecipanti hanno dato vita alla sesta tappa itinerante in mountain bike organizzata dalla Mbt Carianale

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

CARDINALE (CZ)  – 12 OTTOBRE 2016 –  Cardinale si riempie di colori.

Un’onda d’urto colorata e allegra quella che ha riempito la piazza centrale per l’appuntamento dei 220 partecipanti alla sesta tappa della manifestazione itinerante in mountain bike. Sin dalle prime ore dell’alba, bikers provenienti da tutta la Calabria,per partecipare alla manifestazione promossa in ambito regionale da Mtb Calabria e per la tappa locale dal gruppo sportivo Mtb Cardinale. Ad accoglierli, anche, la diretta radiofonica curata dall’emittente Rs 98.  

Presenti Giuseppe Marra, Sindaco di Cardinale: “Siamo orgogliosi  di accogliere per la seconda volta una tappa di Onda d’Urto, questo conferma il successo della precedente manifestazione in questo territorio. Un plauso va agli  organizzatori, per la passione e volontà. Raggiungere questi livelli non è facile!”

Mario Barbieri, sindaco di Torre Ruggiero: “Lieto di veder transitare dalla Via dei Conventi e dal Comune di Torre, centinaia di giovani e meno giovani. Una bella manifestazione sportiva, che è anche occasione per una visita storico-culturale e al contempo una passeggiata che promuove l’ambiente. Il mio augurio è che in futuro continuino ad esserci iniziative simili”.

Maurizio Barone, Presidente Mtb Calabria: “Il movimento nasce per far conoscere, in primis agli stessi calabresi, la nostra  terra ricca di ogni preziosità dalla natura alla storia, all’archeologia, all’architettura, attraverso un mezzo semplicissimo, la bici che ha una capacità di aggregazione notevole. Siamo all’ottava edizione di Onda d’Urto, abbiamo visitato circa 75 località  con cadenza mensile e il nostro movimento è in crescita”.

listener-1

Direttivo di Onda d’Urto Mtb Cardinale: “Soddisfatti per l’adesione del numero di partecipanti, per l’andamento della manifestazione. Vi hanno partecipato 23 gruppi ciclistici, per un totale di 220 partecipanti. Un’iniziativa impegnativa, resa possibile anche  grazie a quanti, numerosi, hanno collaborato con Mtb Cardinale”.

Scorto tra i partecipanti anche il ciclista, ex professionista, Roberto Sgambelluri. Un’escursione che, con un dislivello complessivo di 370 metri, dalle bellezze architettoniche di palazzi e portali in granito dei caratteristici centri storici attraversati ha condotto alla macchia mediterranea degli altipiani delle Serre calabre, per immergersi tra le essenze delle specie arboree di alto fusto prevalenti, quale castagno, querce e faggi.

Un percorso alla riscoperta della Via dei Conventi nel territorio di Torre Ruggiero, sulle orme dei monaci basiliani, che grazie alla donazione, da parte di Ruggiero I, del bosco dell’allora Torre di Spadola, si stabilirono in quei luoghi nei pressi del torrente Bruca, e dei monaci agostiniani che vi giunsero nel 1534.

I conventi furono distrutti dal sisma del 1873. Da lì in sella nuovamente in direzione di Chiaravalle, passando per località Lago e Felicetta, per giungere in località Razzona, nel Comune di Cardinale, al Castello Filangieri, vicino al quale un tempo sorgevano le ferriere, di origini remote, forse riconducibili anche all’anno Mille, ma che raggiunsero il loro maggiore fulgore durante il Regno delle Due Sicilie.

Il passato dei luoghi, le vicende dei suoi protagonisti sono state  illustrate dallo storico Ulderico Nisticò. Risalendo lungo le sponde del fiume Ancinale, i bikers partecipanti si sono recati dopo, nella frazione Novalba presso l’Azienda agricola Rotiroti, dove hanno sostato per il pranzo.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.