Stampa Stampa
89

CARDINALE (CZ) – MALTEMPO, CONSIGLIERI IVAN POSCA E DANILO STAGLIANO’ CHIEDONO CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE


Le campane delle Preserre allagate

I capi gruppo di opposizione intendono conoscere entità danni ed iniziative per il futuro

di Franco POLITO

CARDINALE (CZ) – 3 NOVEMBRE 2015 –  A Cardinale, il dopo nubifragio ha i colori di un quadro già visto. Per l’ennesima volta il centro delle Preserre Catanzaresi si lecca le ferite da maltempo. Sin dall’epoca in cui la collina Costa, franando,  costrinse la maggior parte della popolazione a trasfeirsi nell’attuale frazione di Novalba, il popolo cardinalese sembra avere un conto aperto con la natura.

E’ così è stato anche sabato e domenica scorsi, Pioggia a più non posso, quella che a detta degli esperti cadrebbe in sei mesi, vento e nebbia hanno provocato danni e smottamenti. Le strade per la montagna e le campagne, ad eccezione dei residenti, sono inibite alla circolazione su ordinanza del sindaco. Causa frana, impraticabile e chiusa al traffico su disposizione del primo cittadino anche la Provinciale 149 che collega Cardinale con Satriano. Lo stesso dicasi per l’acqua potabile, inutilizzabile se non dopo bollitura. Ieri in paese a dar man forte alla popolazione c’era ancora l’autobotte della Protezione Civile Regionale.

Oggi è tornato a splendere il sole. Come su tutta la Calabria. Un sole da “estate di San Martino”, come annunciato dai meteorologi. E con il sole splendente su quanto successo in un fine settimana di passione si “accende” anche la politica locale. I consiglieri comunali Ivan Posca, capo gruppo di “Rinascita per Cardinale”,  e Danilo Staglianò, capo gruppo di “Io Partecipo”, hanno chiesto al sindaco Pino Marra la convocazione di un consiglio comunale straordinario ed urgente ed in seduta aperta al pubblico.

Uno solo il punto all’ordine del giorno: “Nubifragio del 31.10.2015 – 01.11.2015 – comunicazione circa l’entità dei danni subiti e iniziative da intraprendere”. Un argomento che si commenta da solo. Anche se le considerazioni dei due “promotori” la massima assise cittadina non mancano. «Il violento nubifragio che nel fine settimana ultimo scorso ha investito il nostro paese  – affermano Posca e Staglianò –  ha provocato diversi danni, con l’interruzione di diverse arterie stradale. Nulla risulta essere cambiato rispetto ai nubifragi degli anni scorsi. Alla luce di tutto, riteniamo essere fondamentale informare il consiglio comunale nonché la cittadinanza sull’entità dei danni e sulle iniziative da intraprendere per il prossimo futuro».

Se il primo cittadino riterrà opportuno di convocare il Consiglio, dovrà farlo entro venti giorni dalla presentazione dell’istanza. Ovvero a partire da oggi. Un’ultima cosa: oltre che al sindaco per conoscenza la richiesta è stata inviata anche al prefetto di Catanzaro Luisa Latella.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.