Stampa Stampa
55

CARAFFA DI CATANZARO (CZ) – PETRUZZA (GN): «ACQUA RAZZOLATA MALE»


«Migliorare condizioni di vita cittadini”

di REDAZIONE 

CARAFFA DI CATANZARO (CZ) – 10 LUGLIO 2016 –  “Proprio due giorni fa, la mancanza come ogni stagione estiva d’acqua. Un bene di prima necessità primario per ogni forma di vita esistente al mondo, ma che, nonostante tutto, non basta per tutta la popolazione di Caraffa di Catanzaro. I dati parlano chiaro: più di una persona su sei non ha accesso all’acqua. Parliamo dunque di alto rischio di crisi idrica. E’ vero anche che la nostra terra mette a disposizione un totale di acqua che potrebbe bastare a tutti, ma è razzolata male: è dato infatti che un cittadino consuma quasi 250 litri di acqua al giorno, ma come possiamo fare a risparmiare in modo che questa preziosa risorsa basti per tutti?”

Lo scrive in una nota Rosa Petruzza rappresentante di Gioventù Nazionale di Caraffa di Catanzaro che chiede “a tutta la giunta” del suo comune “di occuparsi di problemi evidenti da anni esistenti per migliorare le condizioni di vita dei cittadini tutti”.

Secondo la Petruzza, poi, “il modo è molto semplice, ci vuole solo un pò di forza di volontà: attraverso l’ uso di miscelatori d’aria nei rubinetti e nelle docce, in modo che il flusso d’acqua sia sempre lo stesso, ma si miscela con l’aria. Altrimenti – scrive ancora – nel quotidiano la cosa diventa molto semplice: l’ acqua che usiamo per lavare frutta o verdura, può essere riutilizzata per innaffiare le piante del terrazzo; preferire la doccia al bagno: è noto infatti che per riempire una vasca sono necessari 100 litri d’acqua, mentre per fare una doccia ne bastano molti di meno; per lavarsi i denti, aprire il rubinetto solo quando è necessario, ovvero quando dobbiamo sciacquare lo spazzolino, e nell’ atto del lavarli, lasciamolo chiuso, risparmieremo almeno 2 litri di acqua corrente”.

A tal proposito la Pietruzza da dei suggerimenti: “per sciacquarli inoltre, meglio mettere l’ acqua su un bicchiere, per risparmiare acqua corrente. Ci si può – consiglia – anche radere in modo ecologico, al posto lasciare aperta ‘acqua per sciacquare il rasoio, basta riempire il lavandino a metà e chiudere l’ acqua”. Per la Petruzza “anche i piatti possono essere lavati in maniera da risparmiare, insaponando le stoviglie in una bacinella di acqua saponata, e utilizzando solo un breve getto d’acqua per risciacquarle. Come abbiamo visto – scrive – risparmiare sull’acqua si può ed è davvero molto semplice. Anche i comuni però devono ricordarsi di fare manutenzione ai tubi che portano acqua nelle case, perché una semplice perdita crea un danno enorme ad ognuno di noi. Molti comuni italiani infatti dichiarano di avere problemi con l’acqua potabile, specialmente al sud Italia”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.