Stampa Stampa
505

CARAFFA (CZ) – Rassegna Culturale Folcloristica per la tutela delle minoranze etniche, fervono i preparativi


Appuntamento sabato prossimo con una manifestazione che scava, valorizzandola, nel profondo della cultura e dell’etnia arbereshe

 di REDAZIONE

CARAFFA (CZ)- 26 MAGGIO 2015 –  Fervono i preparativi a Caraffa di Catanzaro per l’annuale appuntamento con la Rassegna culturale Folcloristica per la tutela delle minoranze etniche, giunta alla 22° Edizione, che si svolgerà sabato prossimo 30 maggio.

 La macchina organizzativa predisposta dal Comune, dall’istituto scolastico e dall’Associazione Progetto Caraffa, dietro la Regia di Cettina Mazzei, ideatrice e Coordinatrice della manifestazione, si  prepara ad accogliere  gli istituti scolastici di  ben 17 comunità con i rispettivi sindaci,  caratterizzate da etnia occitano valdese, grecanica ed albanese.

 La Manifestazione inizierà con l’accoglienza dei vari gruppi, provenienti da Calabria Sicilia e Lucania, presso l’atrio dell’Istituto scolastico, e successivamente, con inizio previsto per le 10,30, prenderà avvio la conferenza, dal titolo “La storia siamo noi” Presieduta dalla Prof.ssa Cettina Mazzei  alla presenza degli Enti responsabili della gestione dell’Evento, l’Istituto scolastico nella veste della Dirigente Pro.ssa Rosa Procopio, il Comune rappresentato dal Sindaco Dott. Antonio Sciumbata e l’Associazione Progetto Caraffa presieduta dal Dott. Francesco Stirparo.

 Nutrito e di prestigio il tavolo dei relatori  dall’ospite d’onore Bejitullah Destani, Ministro Consigliere dell’ambasciata del Kossovo in Italia, per la prima volta a Caraffa, alla senatrice Giuseppina Maturani, il presidente della Provincia Enzo Bruno. il Prefetto di Catanzaro Luisa Antonietta Latella che avrà modo di apprezzare la vivacità della comunità arbereshe. Ha garantito la sua presenza  anche il Presidente della Regione Mario Oliverio.

 Il tema culturale ed etnico sarà assicurato dalle relazione dei Professori Anton Berisha, Michelangelo La Luna, dall’on Mario Brunetti, e infine da Matteo Mandalà e Franco Altimari Direttori della cattedra universitaria di Linguistica rispettivamente di Palermo e Cosenza.  La Conferenza si concluderà con la premiazione, tra gli Istituti partecipanti per il miglior elaborato grafico e di ricerca sulla tematica riguardante la storia del proprio paese.

Il pomeriggio prenderà avvio alle 15,30 la sfilata con in testa i Sindaci con i gonfaloni delle rispettive comunità, che si snoderà per le vie del centro storico giungendo infine in Piazza Skanderbeg dove si esibiranno i gruppi folcloristici di Acquaformosa,Civita, Firmo, Falconara Albanese, Frascineto, Gizzeria, Guardia Piemontese, Lungro, San Basile, San Demetrio Corone, Santa Sofia d’Epiro, San Benedetto Ullano della Provincia di Cosenza, Maschito della Provincia di Potenza, Piana degli Albanesi di Palermo Caraffa di Catanzaro Vena Di Maida, Andali della Provincia di Catanzaro.

 La presentazione sul palco è affidata al famoso cantante arbereshe Pino Cacozza, ed alla poliedrica Francesca Biodo, romana, creatrice  di eventi. In una ridda di suoni e colori, nello scintillio degli splendidi abiti tradizionali, si alterneranno le voci policrome dei ragazzi che canteranno con l’inflessione linguistica della propria etnia esibendosi in balli folcloristici di antica tradizione, rivisitati da esperti coreografi.

Al termine serata, a conclusione della Rassegna, la Giuria presieduta da Pino Iofrida assegnerà i premi per il canto l’ interpretazione tematica, la coreografia e per la migliore esibizione.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.