Stampa Stampa
106

BORGIA (CZ) – PARCO SCOLACIUM, L’ARCHEOLOGIA CHE DA’ LAVORO


Convegno Pd per discutere delle possibilità derivanti dal sito culturale borgese. Presente l’assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano

 di REDAZIONE

BORGIA – 23 maggio 2016 – “Archeologia e lavoro” è il tema del convegno che si svolgerà giovedì 26 maggio, alle ore 19, a Borgia, nel palazzo comunale, su iniziativa del locale circolo del Pd. E’ annunciata la presenza dell’assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano, la quale trarrà le conclusioni dell’importante evento.

 Dopo l’introduzione di Denise Alcaro, dirigente del circolo Pd, si svilupperanno gli interventi dell’archeologa Bakhita Ranieri, dell’esperto di turismo Alessandro Peta e di Riccardo Bruno, candidato a sindaco con la lista “Borgia Democratica”. 

 Durante il convegno si parlerà anche dell’accordo – firmato di recente al Parco “Scolacium” tra il presidente della Regione Mario Oliverio, l’assessore Federica Roccisano, il dirigente generale Antonio De Marco ed il segretario regionale del Ministero dei Beni Culturali e Turismo Salvatore Patamia, alla presenza del sottosegretario di Stato al Turismo Dorina Bianchi – che prevede l’assegnazione agli uffici e ai luoghi di cultura di soggetti disoccupati o percettori di ammortizzatori sociali in deroga.

 Un accordo importante che consentirà anche al Parco archeologico di “Scolacium” di avere la disponibilità lavorativa, nei prossimi mesi, di alcune figure specialistiche in grado di dare un valido supporto. L’assessore regionale Roccisano, in particolare, si soffermerà sull’importanza del progetto con cui si vuole investire in Calabria nella valorizzazione dei beni culturali.

 «Con questa iniziativa – aveva detto in occasione della firma dell’accordo – daremo la possibilità di avere altre persone da poter impegnare nei diversi siti calabresi e l’opportunità a tanti lavoratori disoccupati ed agli specialisti del settore di poter lavorare in Calabria».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.