Stampa Stampa
212

BORGIA (CZ) – AL VIA PROGETTO “ANZIANI ATTIVI E SOLIDALI”


Realizzato in sinergia tra Comune e Asp di Catanzaro 

di REDAZIONE 

BORGIA (CZ) – 13 OTTOBRE 2015 –  È partita sabato 10 ottobre, da Borgia in provincia di Catanzaro, l’iniziativa-progetto sperimentale di solidarietà e sostegno rivolta ad anziani e persone non autosufficienti denominata “Anziani attivi e solidali” , il cui slogan è: “stare insieme aiuta a vivere meglio”.

Detto progetto rientra tra le attività tese alla promozione del benessere delle persone non autosufficienti che – nell’ambito del progetto Home Care Premium, cofinanziato dall’Inps ex Inpdap, è portato avanti dall’Asp.

Nell’ambito di tali iniziative il Distretto Sociosanitario di Catanzaro Lido (diretto dal dr Maurizio Rocca) e il Comune di Borgia hanno avviato una nuova sperimentazione dal titolo anziani attivi e solidale con il quale – così come ha specificato il responsabile del progetto dirigente sociologo dr. Franco CACCIA – si intendono mettere in campo nuove opportunità di incontro-relazione e partecipazione delle persone in cura con il progetto.

Come indicato dei moderni studi della geriatria e delle scienze sociali – ha spiegato Caccia – anche quando le disabilità tolgono autonomia di movimento è importante mantenere sempre un atteggiamento vitale per avere ancora qualcosa di interessante e di bello nella quotidianità nonché per mantenersi attivi e vitali. Per tali motivazioni attraverso queste iniziative ci proponiamo di creare opportunità perché le persone escano da casa.

Con il supporto delle diverse figure professionali messe a disposizione dal progetto si punterà a coinvolgere le persone beneficiarie nella realizzazione di attività concrete e fare diventare questo impegno parte integrante dei piani di cura predisposti per ogni beneficiario (circa 30 nel comune di Borgia).

Alla base di questa sperimentazione vi è l’idea di una condizione di benessere fisico e psicologico che richiede qualcosa in più rispetto all’uso delle pur necessarie terapie farmacologiche.

Perché questa sperimentazione pilota a livello regionale possa raggiungere risultati auspicati è fondamentale la collaborazione di tutti soggetti coinvolti per fare in culo e famiglie associazioni del territorio e, soprattutto, l’Amministrazione Comunale.

Quest’ultima, con il sindaco Fusto, l’assessore alle Politiche sociali Maiuolo e l’assessore alla Cultura, Bruno in primis, ha in vero colto l’input proveniente dall’Asp e l’opportunità offerta loro da Home Care Premium, non solo sposando l’idea ma accettando la sfida, tanto da decidere di contribuire fattivamente mettendo a disposizione del progetto alcuni spazi un tempo facenti parte della pretura.

i suindicati Amministratori locali sono assolutamente convinti che gli anziani, specie quando non più totalmente autosufficienti, nella moderna società supertecnologica europea ed italiana, sono purtroppo considerati come un peso, piuttosto che come una risorsa. Essi, invece, hanno tutto un bagaglio di esperienza e sono portatori di sani valori e principi, quali rispetto e solidarietà, che non devono e non possono essere dimenticati.

L’augurio è che questo bagaglio di esperienza e questi valori possano essere a disposizione dei più giovani che, crescendo, vanno educati affinchè li facciano propri e, a loro volta, li tramandino alle future generazioni.

L’auspicio del sindaco Fusto e degli assessori Bruno e Maiuolo, espresso a conclusione della presentazione, è quello che da Borgia possa partire un messaggio positivo rivolto a tutta la Calabria e a tutto il Paese e, ancora, che Borgia possa divenire, almeno per questo settore, un modello da esportare in tante altre realtà nazionali.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.