Stampa Stampa
30

BIMBA DI 4 ANNI POSITIVA AL CORONAVIRUS: GENITORI RIFIUTANO TAMPONE, INTERVENGONO LE FORZE DELL’ORDINE


Intervento militari ha riportato la calma. Adesso l’intero nucleo familiare è adesso in isolamento in attesa dei risultati. Un nuovo caso a Rogliano

Fonte: Salvatore BRUNO (LACNEWS24.IT)

COSENZA –  15 LUGLIO 2020 –  Doveva effettuare un intervento chirurgico all’Annunziata di Cosenza.

Per questo una bimba di quattro anni, nei giorni scorsi, è stata sottoposta prima del ricovero, al tampone per verificarne l’eventuale contagio da coronavirus.

Una prassi per tutti i pazienti ospedalieri per evitare il rischio di focolai nelle strutture sanitarie.

L’esito del tampone

Le analisi hanno dato esito positivo, per cui la piccola è stata posta in quarantena. La task force dell’Asp ha allora predisposto il prelievo rinofaringeo anche per i genitori i quali, nel frattempo, avevano effettuato un test sierologico del tipo pungidito risultato negativo.

L’intervento delle forze dell’ordine

Per questo, quando i sanitari del dipartimento di prevenzione si sono presentati a casa per il tampone, si sono rifiutati di sottoporsi al prelievo, fino all’intervento delle forze dell’ordine.

L’intero nucleo familiare è adesso in isolamento in attesa dei risultati.

Ancora un caso a Rogliano

Un nuovo caso intanto è stato segnalato a Rogliano. A renderlo noto con un post sui social, il sindaco Giovanni Altomare il quale, dopo la segnalazione giunta dall’Asp, ha emesso le relative ordinanze di quarantena obbligatoria per la persona interessata e per i congiunti conviventi.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.