Stampa Stampa
50

BILANCIO OK: TRA CONTI E PROGETTI AD AMARONI VINCE LA CONTINUITÀ


Consiglio comunale dice sì documento contabile di previsione. Voto a favore maggioranza, contraria opposizione

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) –  30 MARZO 2019 –  31 MARZO 2019 –  «Questo è un anno importante perché finalmente si è concluso il braccio di ferro con Erg Eolica, che corrisponderà finalmente le tre annualità pregresse, risorse arbitrariamente non versate nelle casse comunali, e quanto pattuito per il 2019 oltre a quanto previsto per fli anni futuri».

Il vice sindaco Teresa Lagrotteria, con delega al ramo,  usa un legittimo entusiasmo (anche sulla vicenda parco eolico) relazionando nel consiglio comunale che ha approvato il Bilancio di Previsione 2019/2021.

Sul documento c’è il solo sì della maggioranza. Non motivato, invece, e contrario il voto dell’opposizione.

«Le previsioni di cassa  – ha aggiunto il vice sindaco – (riscossioni e pagamenti in conto competenza e residui) danno un saldo al 31 dicembre prossimo pari a 149.351,43 euro». 

Seduta al via con l’approvazione unanime dei verbali precedenti. L’attenzione, poi, è per il Piano di zona per l’edilizia popolare. Dopo la relazione del sindaco Luigi Ruggiero, il consesso prende atto dell’inesistenza di aree o fabbricati disponibili.

Arriva il momento del Piano finanziario Tari e tariffe. Ruggero, dopo aver chiesto una discussione unica, mette in evidenza finalità, obiettivi e costi del servizio, da coprire interamente con la tariffa.

Evidenzia i lusinghieri risultati della raccolta differenziata,  quasi al 50%, e la riduzione del conferimento in  discarica dell’indifferenziata.

«Rispetto al 2018  – afferma – il piano dei costi è diminuito  di  6.455,45 euro. In relazione alle tariffe occorre precisare che oltre ai costi del servizio  incidono le  variazioni anagrafiche, le riduzioni e le agevolazioni  previste per legge, con la conseguenza che il resto del dovuto, detratte le agevolazioni, va spalmato sugli altri contribuenti perché è con la tariffa che va coperto il 100% del costo del servizio».

Dai banchi dell’opposizione Luigi Foderaro anticipa il voto contrario del gruppo in riferimento «alla  quota variabile della Tari sull pertinenze, di cui non si è parlato».

Si apre la discussione: il sindaco puntualizza, anticipando l’ultimo punto, che «la questione è stata invece considerata tanto che  in Bilancio sono stati stanziati 26.000 euro per i rimborsi e che comunque la problematica è stata comune a tutto il territorio nazionale».

A ruota il vicesindaco precisa come sia già pronta una lettera con cui si comunica ai contribuenti, che hanno versato tra il 2014-2017 la quota variabile,  la possibilità di chiedere la compensazione delle somme  sulla tari futura.

«Si è trattato – spiega –  di questione molto  controversa, sulla quale è intervenuta circolare Mef 1/df del 2017 che ha precisato che la quota variabile va imputata una e una sola volta; rimaneva da chiarire  in che modo i Comuni dovessero coprire questi rimborsi. A  precisazione è intervenuta la determina 139/2018 Corte dei Conti – Sezione Lombardia – che ha specificato le modalità di copertura.

Da qui  la scelta dell’amministrazione,  che subito dopo l’approvazione del Bilancio, e quindi con l’individuazione delle risorse, farà una adeguata campagna informativa e trasmetterà le lettere».

Nonostante  l’iniziativa del Comune, tra i pochi a provvedere al rimborso, in favore dei contribuenti amaronesi,  rimane il voto contrario della minoranza su entrambi i punti.

Questione Regolamento Iuc: il Consiglio discute sull’’articolo 8 bis. La norma disciplina l’istituto del ravvedimento operoso, strumento di tax compliance, deflattivo del contenzioso, nell’ottica di un rapporto di partecipazione del cittadino.

Può essere attivato su iniziativa del contribuente ed inibito solo dalla notifica degli atti di accertamento. Il vantaggio? Consente di regolarizzare la posizione debitoria con interessi e sanzioni ridotte.

Dopo la relazione del vice sindaco e gli interventi di sindaco e Foderaro il punto viene approvato all’unanimità.

Non sono mancati, infine, gli spunti strategico – politici del vice sindaco. Teresa Lagrotteria si  sofferma sulla bontà del progetto per la rete wi fi sull’intero territorio comunale, presentato attraverso una misura bandita dalla Regione Calabria,  per l’importo di 40.000, 00 euro, che  vede il Comune di Amaroni in graduatoria. 

Nel corso del 2019 si prevede l’assunzione di n. 2 operatori esterni part-time al 50% poichè la dotazione organica dell’Ente  è sprovvista di tali figure all’interno dell’area tecnico-manutentiva.

Ricorda, inoltre, che inizieranno a breve i lavori di adeguamento della Scuola Secondaria di Primo grado con un finanziamento regionale pari a 792.000,00 euro e per il quale sono già state effettuate  le prove geologiche e avviato l’iter per l’aggiudicazione dei lavori.

E’ previsto il sostegno finanziario per la realizzazione di un laboratorio teatrale.

Attenzione anche alla politica giovanile, sport e tempo libero: previsto un investimento con fondi di bilancio per il completamento della  sistemazione dell’area circostante il Palatenda.

 E poi il turismo nell’ambito del quale si punta ancora sulla  promozione  del miele di Amaroni, e al rafforzamento del Gemellaggio con Risch e del Patto di Amicizia con Lukovica.

Capitolo sviluppo sostenibile, tutela  del territorio e dell’ ambiente: nel triennio a venire verrà riservata  attenzione al Centro Storico Comunale e all’arredo urbano.

E’ stato approvato, infatti, un preliminare per il recupero delle aree degradate; l’intervento riguarderà la riqualificazione sociale e culturale della Palestra e dell’ex Mattatoio Comunale nell’ambito del Bando approvato con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 15/10/2015, per il quale è già in corso la procedura di progettazione. L’importo dell’ investimento è di 1.988.892,59 euro, previsto nel 2020.

Oltre al progetto sulla raccolta differenziata presentato alla Regione Calabria, finanziato per 48.211,07 euro, in tema di miglioramento dei servizi e contenimento della spesa pubblica è previsto un intervento sulla pubblica illuminazione diretto al risparmio energetico, con un progetto pari ad euro 150.000, previsto nel 2019 presentato alla Regione Calabria.

Si prevede, inoltre, la costruzione di nuovi loculi cimiteriali e la realizzazione dei servizi igienico sanitari, il rifacimento della rete idrica zona “Manca del Bosco”- “ Largo Faga’’” miglioramento dell’arredo urbano, il bando facciate, il bando per l’erogazione di incentivi diretti alla rimozione dell’amianto, interventi sull’impianto di depurazione, la messa in sicurezza dell’ icona della Madonna dei sette Dolori, lavori di manutenzione straordinaria della sede municipale, con fondi comunali. E’ prevista la riqualificazione dell’impianto di depurazione e un sistema di sollevamento per  Fontana Vecchia .

E’ prevista la quota di cofinanziamento del progetto di videosorveglianza presentato al Ministero dell’ Interno, per l’importo totale di euro 28.671,56.

Prosegue, altresì, l’impegno per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade urbane e interpoderali: asfalto delle strade minori, la messa in sicurezza strada “Manca del Bosco”, finanziato per l’importo di 40.000 euro con Legge di Bilancio 2019 e con fondi di bilancio,  l’ampliamento della Pubblica Illuminazione nella zona Serra, finanziato con fondi comunali, oltre a quanto già previsto in sede di approvazione del Dup, ovvero un intervento di 100.000 euro per il rifacimento asfalto strade interne con la legge regionale 24 e un investimento 150.000 euro nel 2021 per  il miglioramento della rete viaria e elettrificazione di località San Luca, con bando regionale.

Infine il “welfare” basata, tra le altre cose, su una politica tributaria che presti attenzione alle fasce deboli della cittadina. Per mitigare l’incidenza della tassa rifiuti verrà riproposto il progetto “ Aiuto Tari”, finanziato con fondi comunali.

La positiva esperienza del “Servizio Civico Comunale” – afferma il vice sindaco –  ci induce a riproporlo con maggiore impegno ed entusiasmo quale azione per eliminare situazioni di bisogno e disagio individuale, familiare e sociale attraverso l’utilizzo di prestazioni da parte di Cittadini  per erogare servizi alla collettività».

Saranno,  inoltre, intraprese iniziative rivolte ai giovani, alle donne e agli anziani: oltre al Servizio Civile Nazionale e all’impiego di percettori di mobilità in deroga, già finanziati e in corso, sarà sostenuto il progetto nell’ambito della delega alle Pari Opportunità “Intrecci”.

Infine, ma non per ultimi, verranno concessi contributi quale forma di aiuto alle famiglie in situazione di forte disagio economico, previa istruttoria e valutazione delle domande  da parte della competente Commissione Comunale per l’erogazione di aiuti assistenziali.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.