Stampa Stampa
11

BILANCIO DI PREVISIONE, A OLIVADI C’È L’OK DEL CONSIGLIO


Olivadi, il municipio

Malta: “Documento coerente con gli obiettivi del pareggio”

di Franco POLITO

OLIVADI (CZ) –  21 NOVEMBRE 2020 – Voto favorevole della maggioranza e astensione dei consiglieri Adele Corosiniti e Antonio Catanzariti con assenza dell’opposizione formata da

E’ il trend dei voti con cui il consiglio comunale olivadese ha approvato i punti all’ordine del giorno di una seduta filata via senza particolari scossoni.

Pronti, via con il “sì” al bilancio di previsione finanziario 2020-2022.

«Il documento contabile – ha sottolineato il sindaco Nicola Malta –  oltre che essere coerente con gli obiettivi del pareggio di bilancio di cui all’articolo 1, commi da 463 a 494 della legge n. 232 del 2016., garantisce il pareggio generale e rispetta gli equilibri finanziari di cui all’articolo 162, comma 6, del decreto legislativo n. 267 del 2000».

Buone notizie, inoltre, per la conferma delle tariffe Tari 2020 relative alle utenze domestiche e non domestiche. «Il relativo Piano – ha aggiunto il sindaco –  verrà approvato entro il prossimo 31 dicembre secondo la normativa vigente».

Invariate anche le aliquote Imu, di cui è stato approvato il regolamento. Come per il 2019 le tariffe saranno del 2 per mille (abitazione principale:  A1, A8, A9), dell’8,6 per mille per le altre abitazioni e del  10,60 per mille per le attività produttive (immobili di categoria D).

Il consiglio, inoltre, ha dato l’ok alla ricognizione di tutte le partecipazioni possedute dal Comune confermando i dati relativi all’anno precedente incaricando i competenti uffici comunali a predisporre le procedure amministrative per l’attuazione delle decisioni adottate durante le seduta.

Con l’approvazione del punto, il consesso ha preso atto che il Comune non è tenuto all’approvazione del bilancio consolidato «visto che  – ha fatto notare Malta –  la partecipazione nelle società e consorzi espressamente indicati nella documentazione prodotta non rientra nell’area di consolidamento ed operazioni contabili di consolidamento».

Novità pure sulla segreteria comunale: sciolta la convenzione per il servizio associato tra il comune di Olivadi e quelli di Santa Caterina dello Ionio e Cardinale.

L’assise, infine, ha dato atto che allo stato, per l’anno 2020, il Comune non dispone di nessuna area o fabbricato disponibili per la cessione o la concessione nell’ambito di Piani per l’Edilizia Economica e Popolare (P.E.E.P.) e Piani per Insediamenti Produttivi e Terziari (P.I.P.).

«Conseguentemente – ha concluso il sindaco –  non adottiamo alcuna determinazione in relazione al prezzo di cessione delle aree o dei fabbricati, nonché con riferimento alle entrate da iscriversi nel bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2020».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.