Stampa Stampa
70

BCC MONTEPAONE, CONFEDILIZIA E FIAIP: IL FUTURO È INSIEME


Incontro alla sede dell’istituto di credito per discutere e analizzare problematiche e iniziative da mettere in atto relativamente alla proprietà immobiliare

di Gianni ROMANO 

MONTEPAONE (CZ) –  13 SETTEMBRE  2019 –  Un importante incontro è stato quello che si è svolto presso la sede della Banca di Credito Cooperativo di Montepaone tra il presidente, Giovanni Caridi, il direttore generale, Antonio Dodaro, e il responsabile delle filiali di Montepaone e Soverato, Paolo Alberto Mazzotta, con il presidente nazionale della Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, il presidente regionale Calabria della stessa associazione, Sandro Scoppa, e il presidente della Fiaip – Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, Gian Battista Baccarini.

L’occasione è servita per un confronto proficuo e interessante e per discutere e analizzare problematiche e iniziative da mettere in atto relativamente alla proprietà immobiliare e alle attività connesse.

In tale contesto è stato anche rilevato come l’eccessiva tassazione sul comparto immobiliare, unitamente a una legislazione oltremodo vincolistica, non è problema dei soli proprietari, ma dell’intero sistema, ed è stata causa di una crisi dalla quale allo stato non si intravede ancora una via di uscita.

È pure emerso che come nel medesimo settore immobiliare risulti fondamentale mettere in atto una politica volta a sostenere gli investimenti a lungo termine con misure creditizie specifiche che permettano lo sviluppo di interventi sul territorio, agevolando, in particolare, le operazioni che presentano caratteri di innovatività del prodotto.

Né va dimenticato che la ristrutturazione e la riqualificazione rappresentino, oggi, oltre il 50% del mercato interno, e che è necessario porre particolare attenzione al tema della riqualificazione.

Alla luce delle varie iniziative pubbliche e private che vanno diffondendosi, dirette a informare i cittadini e a sostenere gli interventi di riqualificazione degli edifici sotto il profilo del risparmio energetico, e pur in presenza di azioni già avviate dalle banche sul tema, occorre un intervento più incisivo per favorire il mercato della riqualificazione attraverso finanziamenti agevolati.

L’economia locale dovrà necessariamente basarsi su questi principi per fornire risposte decise e concrete alla comunità con l’obiettivo sia di ridare respiro al settore immobiliare, sia di favorire la ripresa dei consumi e il rilancio della crescita ed avere inoltre immediati benefici per l’occupazione e per la riqualificazione urbana.

Nell’incontro si è infine discusso di progetti ed iniziative comuni, che avranno luogo già a partire dai prossimi mesi.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.