Stampa Stampa
23

BANDO RIAPRI CALABRIA 2, MOLINARO: «EDIZIONE RIPROPONE L’IMPOSSIBILITÀ A TANTI DI PARTECIPARE»


Pietro Molinaro

Il consigliere regionale della Lega: “L’attuale posizione di chiusura di una parte della burocrazia regionale deve essere superata con una deciso intervento dei decisori politici”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  19 NOVEMBRE 2020 –  “La forte presa di posizione degli Ordini Professionali della Calabria (Architetti, Ingegneri, Geologi, Agronomi, Geometri e Periti Industriali) –dichiara il Consigliere Regionale Pietro Molinaro –  che hanno segnalato ai responsabili Regionali la difficoltà/impossibilità di autocertificare la Regolarità Contributiva prevista dal Bando Riapri Calabria II^ edizione,  è una conferma autorevole della bontà della posizione, che su questo specifico aspetto, ho assunto a più riprese anche nella sede ufficiale del Consiglio Regionale e in seno alla maggioranza di cui faccio parte”.

Del resto, il Governo Nazionale, ha corrisposto e continua a corrispondere i Bonus Covid senza DURC e/o regolarità contributiva/previdenziale.  La crisi è acuta e le imprese e professionisti, come tocco con mano quotidianamente sono in grave difficoltà.

Solo per ultimo e a  conferma,  – aggiunge -Nproprio oggi si è svolta davanti alla Cittadella regionale, una manifestazione di protesta organizzata dagli Ambulanti Calabresi.

Molte imprese sane e professionisti sicuramente non possono essere annoverati tra gli evasori fiscali e contributivi.  – continua Molinaro – e rischiano di subirne le conseguenze con l’incognita di non poter accedere ai bonus Covid. 

L’attuale posizione di chiusura di una parte della burocrazia regionale deve essere superata con una deciso intervento dei decisori politici.

Continuerò – conclude – questa battaglia politica che è di equità e giustizia e che adesso diventa fondamentale.

Di questo ne sono sempre più convinto!”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.