Stampa Stampa
122

ARRIVA IN OSPEDALE MALNUTRITA E CON UN’NFEZIONE DERMATOLOGICA, MUORE PRIMA DELLA TAC


L'ospedale di Soverato

Donna di 90 anni proveniva da una struttura privata. Sequestrata cartella clinica. Il magistrato autorizza l’autopsia

Articolo di Gianni ROMANO

SOVERATO (CZ) –  2 DICEMBRE 2018 –   Anziana donna F.E. queste le sue iniziali, residente a San Vito sullo ionio,paese collinare delle preserre, ospitata da un anno in una struttura protetta per anziani a Chiaravalle Centrale, per le sue condizioni di salute veniva trasferita presso i reparti di cura dell’ospedale civile di via Cardona a Soverato.

Solo il tempo di predisporre il ricovero,registrarla e avviarla al reparto radiologico posto al primo piano della struttura per una  Tac per ulteriori accertamenti, ma l’anziana donna di novanta anni moriva da li a poco.

Ma quello che aveva destato preoccupazioni ai sanitari erano la presenza di numerosi ematomi sparsi sul corpo, e una forma abbastanza grave e diffusa di malattia contagiosa della pelle, da qui la denuncia e una informativa alla compagnia carabinieri di Soverato diretta dal capitano Gerardo De Siena.

I carabinieri si recavano presso l’ospedale cittadino e sequestravano la cartella clinica, mentre il magistrato di turno presso la procura di Catanzaro, Pasquale Mandolfino autorizzava e incaricava il medico legale per una autopsia che veniva eseguita presso la sede del presidio di medicina legale dell’ospedale di Germaneto.

Al momento da parte dei familiari non è stata presentata nessuna denuncia, ma si procede per legge d’ufficio, saranno poi le risultanze che usciranno fuori da questi esami autoptici a dare le necessarie risposte ai familiari dell’anziana donna, che ricordiamo  era malnutrita e con una infezione della pelle.

La novantenne giunta  all’ospedale di Soverato da una casa di cura privata della zona, morta nel pomeriggio per un edema polmonare, prima che i medici potessero effettuare una Tac. La signora, originaria di San Vito sullo Ionio, ha raggiunto il pronto soccorso del nosocomio soveratese con una ambulanza del 118.

Sono stati i sanitari in servizio ad accorgersi di alcuni ematomi sul suo corpo che potrebbero far pensare a maltrattamenti subiti nella clinica privata. Circostanza che è stata immediatamente segnalata ai Carabinieri della compagnia di Soverato che hanno avviato le indagini per abbandono di persona incapace, dopo aver acquisito cartelle cliniche e referti medici che sono al vaglio della magistratura che oltre ad aver disposto l’autopsia, ha disposto anche dei controlli all’interno della casa di cura dove la donna era ricoverata.

Non risulta al momento nessuna denuncia da parte dei parenti dell’anziana signora, mentre si sta lavorando per verificare eventuali responsabilità e ricostruire le ultime ore di vita della donna. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.