Stampa Stampa
27

ARMI NASCOSTE SOTTO IL COMODINO, RIMESSO IN LIBERTÀ 29ENNE DI MONTEPAONE


Ha risposto a tutte le domande ed ha respinto gli addebiti mossi, spiegando come non fosse lui a detenere le armi, che sono state rinvenute a casa del padre

 di REDAZIONE 

MONTEPAONE (CZ) –  26 FEBBRAIO 2020 –  Detenzione illegali di armi e ricettazione, torna in libertà 29enne di Montepaone

Il giovane ha risposto a tutte le domande ed ha respinto gli addebiti mossi, spiegando come non fosse lui a detenere le armi, che sono state rinvenute a casa del padre. 

E’ tornato in libertà il 29enne di Montepaone Salvo Gregorio Mirarchi, arrestato sabato scorso dai  Carabinieri delle Stazioni di Soverato e Davoli con le accuse di detenzione illegale di armi e ricettazione. 

In particolare, i militari, all’esito di una perquisizione domiciliare, avevano rinvenuto una pistola semiautomatica calibro 7,65, marca Victor, priva di matricola, una pistola revolver calibro 38, marca Smith & Wesson, e oltre 70 cartucce, tutto occultato in un piccolo vano posto sotto il comodino.

Da ulteriori accertamenti, è emerso come una delle suddette armi risultasse oggetto di furto, perpetrato nel mese di marzo 2018 presso una nota armeria sita nel comune di Catanzaro.

L’imputato, che dopo l’arresto era stato posto ai domiciliari, è comparso davanti al gip Teresa Guerrieri per l’udienza di convalida, accompagnato dagli avvocati Giovanni Caridi e Vittorio Ranieri, e ha reso interrogatorio.

Il giovane ha risposto a tutte le domande ed ha respinto gli addebiti mossi, spiegando come non fosse lui a detenere le armi, che sono state rinvenute a casa del padre. Gli avvocati hanno inoltre depositato attività difensiva. 

Il gip ha convalidato l’arresto, ma non ha applicato alcuna misura cautelare, accogliendo le richieste della difesa, mentre il pm aveva chiesto l’applicazione dei domiciliari.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.