Stampa Stampa
16

ARMI NASCOSTE IN CASA, UN ARRESTO NEL VIBONESE


Intervento dei carabinieri a San Giovanni di Mileto. Militari insultati

di REDAZIONE

PRESERRE (VV) –  15 MAGGIO 2019 – Detenzione illegale di armi e munizioni, oltre a resistenza a pubblico ufficiale.

Con queste accuse i carabinieri della compagnia di Vibo Valentia hanno tratto in arresto Giuseppe Prostamo, 30 anni, di San Giovanni di Mileto, nella cui abitazione i militari dell’Arma hanno trovato una pistola calibro 7,65 di provenienza clandestina, con serbatoio inserito con due proiettili, un bossolo per pistola e uno per fucile, tre coltelli a serramanico e tracce di sostanze stupefacenti.

Prima di essere immobilizzato, Prostamo avrebbe insultato i carabinieri ed opposto loro resistenza.

Dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Vibo Valentia.

L’arrestato è nipote del defunto omonimo boss di Mileto, ucciso nel 2011, e di Nazzareno Prostamo, condannato in via definitiva all’ergastolo. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.