Stampa Stampa
27

ANNO SCOLASTICO “MUTILATO”, AD ARGUSTO SOPPRESSA LA PRIMARIA


La progressiva diminuzione degli alunni alla base della decisione

di Franco POLITO

ARGUSTO (CZ)   – 21  SETTEMBRE 2019 –  Inizia l’anno scolastico con la Primaria che non c’è più.

La progressiva diminuzione della popolazione scolastica ha portato alla soppressione del plesso. Rimane in piedi la scuola dell’Infanzia.

Che dallo scorso 16 settembre, giorno di rientro dalle vacanze estive e del primo squillo della campanella, il sindaco Valter Matozzo ha deciso di ritrasferire con un’ordinanza alla storica sede di Via Francesco Spasari.

Perché, sempre per ordine del sindaco, a settembre 2017, la scuola era stata collocata nelle aule disponibili della Primaria di viale Margherita. «Per consentire una riduzione dei costi di manutenzione e gestione degli immobili comunali» disse allora Matozzo.

«Per consentire una riduzione dei costi di manutenzione e gestione degli immobili comunali» ripete oggi il sindaco. Il ragionamento non fa una grinza.

Le dimensioni più contenute dell’immobile di Via Francesco Spasari, maggiormente adatto alle esigenze della sola scuola dell’Infanzia, e il venire meno della Primaria, portano alla logica conclusione: ritrasferirla la scuola al plesso originario, anche con il parere favorevole del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale “C. Alvaro” di Chiaravalle Centrale  a cui le scuole locali fanno capo.

Lo spopolamento dei borghi interni della Calabria sta producendo i suoi effetti. E tra le prime a pagarne le (tragiche?) conseguenze è la scuola.

Chi deve, rifletta per tempo. E, soprattutto, agisca per tempo contro anni scolastici che, da diverse parti, stanno diventando “mutilati”. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.