Stampa Stampa
37

ANNO NUOVO, PROBLEMI VECCHI A PALERMITI


Palermiti, il municipio

L’amministrazione comunale  sulla situazione debitoria del comune

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

 PALERMITI (CZ) –  17 GENNAIO 2021 –  Anno nuovo, problemi vecchi a Palermiti.

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Emanuele, parla di «situazione debitoria del Comune che abbiamo ereditato».

Si rappresenta un quadro molto critico, ma si assicura anche il massimo impegno per migliorare lo stato delle cose e ripianare i debiti accumulati. Una precisazione, intanto, è doverosa: sono somme riferite a debiti contratti negli anni dalle amministrazioni passate.

«Abbiamo avuto la possibilità – dicono gli attuali amministratori – di attivare un’anticipazione di liquidità con la quale abbiamo subito affrontato le maggiori criticità».

Ed allora ci sono 71 mila euro di debiti contratti al 2019 con la Regione Calabria per somme dovute a titolo di conferimento della frazione secca della raccolta differenziata; 348 mila euro per debiti contratti al 2019 con il servizio elettrico nazionale, ai quali aggiungere 75 mila euro di interessi.

«Dopo una lunga e dura contrattazione – specificano Emanuele e giunta – abbiamo ottenuto un abbattimento del 25% del debito oltre all’intera somma degli interessi di mora, concordando un rimborso di 261 mila euro già avviato».

E soprattutto ci sono i 499 mila euro di debiti contratti dal 1981 al 2004 per il servizio idrico, nei confronti la Regione. «In questo caso – puntualizzano – la situazione è complicata per via di una transazione fatta dalla precedente amministrazione, ma non rispettata.

Oggi la Regione ci impone di saldare oltre al capitale anche gli interessi, per un totale di 700 mila euro.

Stiamo lavorando per ottenere lo sgravio degli interessi, per il quale abbiamo già ottenuto un accordo di massima, ma anche un abbattimento del capitale al fine di ridurre il più possibile questo enorme peso sulle tasche dei nostri cittadini».

Sempre secondo quanto reso noto dagli amministratori palermitesi, «nello scorso giugno la Corte dei Conti ha posto l’attenzione su eventuali irregolarità contabili o gravi anomalie gestionali per il triennio 2015, 2016 e 2017. Ha rimarcato, inoltre, la tendenza sempre più crescente dei debiti dal 2014 al 2018.

Anche l’Enel Gas ha inviato un preavviso di risoluzione e diffida ad adempiere con riferimento ad un debito di circa 17 mila euro per fatture non pagate dal 2018 al 2020».

Nonostante la situazione finanziaria, c’è fiducia da parte dell’amministrazione in carica. «Ci vorrà tanto impegno e diversi interventi – si sottolinea – per recuperare il terreno perduto.

Siamo fiduciosi che l’attuale situazione possa essere presto superata e lavoreremo duro per raggiungere questo obiettivo».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.