- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

AMARONI – PASQUA E SOLIDARIETA’. E’ TEMPO DI BONSAI AID AIDS

bonsai-aid-aids-2014 [1]

Anche quest’anno Rocco Antonio Devito allestirà il banchetto di Anlaids – di Franco Polito –

AMARONI (CZ) – 16 APRILE 2014 – Nella cittadina del miele non c’è week end pasquale senza “Bonsai Aid Aids”.

I prossimi 18, 19 e 20 aprile Rocco Antonio Devito, il referente cittadino di Anlaids, l’associazione a cui fa capo l’iniziativa, sarà in piazza in concomitanza alle altre tantissime piazze italiane ospitanti la manifestazione.

L’obiettivo sarà quello di raccogliere fondi e sensibilizzare ai temi della prevenzione dell’infezione da Hiv e della ricerca sull’Aids. Non solo piazze però. Anche ospedali, centri commerciali e altri luoghi in tutta Italia sono diventati “teatri” privilegiati dai volontari Anlaids per allestire i tradizionali banchetti.

In campo anche molte altre associazioni che collaborano, distribuiscono materiale informativo e offrono a chi sostiene Anlaids con una donazione una pianta di Bonsai.

Già, il bonsai, delicata e bisognevole di attenzione come i malati di Hiv. La ragione per eccellenza che l’ha fatta divenire il simbolo della manifestazione.

Che anche per il 2014 ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, oltre al patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso ed al sostegno del Segretariato Sociale Rai e Mediafriends.

Come ricorda Devito << i fondi raccolti con Bonsai Aid Aids vengono impiegati per gli scopi statutari di Anlaids ovvero per borse di studio da destinare ai giovani medici laureati e ricercatori, campagne informative nelle scuole, realizzazione, messa a punto e distribuzione di materiale informativo appositamente creato nei luoghi di aggregazione giovanile, tra la popolazione straniera che è molto cresciuta recentemente, nelle carceri e nelle caserme, acquisto di apparecchiature medico-scientifiche per centri ospedalieri e universitari, sostegno di case alloggio per persone sieropositive e malate di Aids e, non ultimo, aiuto a centri medici in Paesi stranieri a risorse limitate particolarmente colpiti dall’Aids>>.