Stampa Stampa
53

AMARONI IN FESTA PER SANTA BARBARA, DON ROBERTO CORAPI AFFIDA LA COMUNITÀ ALLA PATRONA


L’arciprete: “Siate i cristiani della speranza. Questa è la mia prima festa patronale. Vi amo uno ad uno”

 di Franco POLITO

 AMARONI (CZ) –  3 AGOSTO 2022 – «Dopo due anni di pandemia finalmente siamo riuniti oggi intorno alla figura di Santa Barbara». 

Così l’arciprete di Amaroni don Roberto Corapi si rivolge a tutta la comunità nella sua prima festa patronale, pregando e affidando tutte le famiglie e gli emigrati sotto la protezione di santa Barbara. 

Con una bella e partecipata processione  don Roberto si è subito rivolto a tutti esortando a pregare Santa Barbara e amare la potente patrona della “Cittadina del Miele”.

 «Amaroni oggi si affida a te  – ha affermato don Corapi e vuole il tuo potente aiuto presso Dio».

 Sosta molto caratteristica all’anfiteatro Nicolas Green dove alla presenza di tantissime persone don Roberto ha presieduto la santa messa di ringraziamento in onore della santa protettrice.

 Santa Barbara scortata dai carabinieri di Girifalco in alta uniforme, guidati dal capitano Carbone e dal maresciallo Cante, ha davvero reso questo momento di grazia in un cantico di lode a Dio .

 Don Roberto nel corso della sua omelia tenuta a braccio, col cuore ha parlato della santità feriale di ciascuno di noi che deve mettere al primo posto Dio.

 «Il popolo che camminava nelle tenebre – ha sottolineato -, vide una grande luce».

 Sui passi del profeta Isaia don Roberto ha voluto dire come davvero il nostro popolo fino ad ora ha camminato nelle tenebre della pandemia ed ora vede la luce della grazia di Dio .

 «Dobbiamo imitare le virtù di Santa Barbara – ha aggiunto –   sempre ogni giorno e dobbiamo alimentare la nostra fede spesso spenta o dormiente.

 Siate i Cristiani della speranza con Cristo perché senza di lui non possiamo fare nulla.

Solo così tutto può essere trasformato intorno a noi con l’amore a Gesù che ci ama di amore infinito». 

Al termine della celebrazione eucaristica con la presenza di don Andrea Gasparro, figlio di Amaroni e vicario parrocchiale di Serra San Bruno, don Roberto ha voluto ringraziare il sindaco Luigi Ruggiero  e l’intera amministrazione comunale per la bella collaborazione e la sua squadra,  il comitato festa con tutte le persone che hanno reso possibile la festa.

 Dopo la benedizione don Roberto insieme alla statua di Santa Barbara ha fatto ritorno nella parrocchia dove si è rivolto a tutti i presenti con queste parole: «Vi amo uno ad uno, siete tutti belli perché innamorati di Gesù e di Santa Barbara, non mi lasciate mai da solo, io sono il vostro papà.

 Vi voglio bene con Gesù e con Santa Barbara nostra potente patrona».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.