Stampa Stampa
715

AMARONI (CZ) – Tutti pazzi per il “Lab … oratorio di creatività”


Uno dei momenti del "Lab ... oratorio"

Uno dei momenti del “Lab … oratorio”

Dal 25 giugno scorso fino a ieri 70 bambini sono stati impegnati nella “scoperta … riscoperta” delle bellezze naturali e architettoniche della Regione

di Franco Polito

AMARONI (CZ) – 30 GIUGNO 2014 – Finita la scuola nella “Cittadina del miele” è tempo di extra scuola. Anche quest’anno è andata in questo modo. E’ stato “Lab … oratorio di creatività”. Dal 25 giugno scorso fino a ieri, un mini esercito di 70 bambini ha dato sfogo alla sua fantasia e alla voglia di smaltire le ruggini invernali. Tra gli altri, non ultimo l’instancabile parroco don Antonio Scicchitano, ci hanno pensato le tante le ragazze “accorse” in sostegno dell’organizzazione a tenerli a bada.

Gli argomenti per rimanere impegnati non sono certo stati carenti. Quando il Comune di Amaroni, qualche mese addietro, ha deciso di organizzarlo ha pensato che  per il 2014 il titolo giusto per il “Lab … oratorio” fosse ” Una montagna di idee…un mare di divertimento”. Montagna e mare: un abbinamento classico ma per niente scontato se, invece, tiene le fila a un programma dedicato alla “scoperta … riscoperta” delle risorse naturali e culturali calabre: il mare e la montagna, appunto, il parco Archeologico di Roccelletta di Borgia e il parco avventura di Zagarise.

Sin dalla prima giornata, dedicata alla presentazione delle iniziative, il divertimento non è mancato con i bambini che si sono scatenati in frenetici balli ideati e diretti dalle animatrici.  Un modo per stancarsi e stimolare l’appetito in vista della successive “pizzata” messa in piedi dal Comune con la collaborazione delle mamme e dipendenti comunali.

Con la “pancia piena” si canta e si sorride meglio. Ma anche si comprendono di più i ragionamenti. Soprattutto quelli della giornata successiva al Parco Archeologico di Roccelletta di Borgia, in provincia di Catanzaro. I bambini hanno osservato con attenzione una “meraviglia architettonica” come poche che si trova non tanto lontano da dove abitano loro. Tutti concentrati, persino i più piccoli, nel seguire le informazioni sul parco e sulla storia locale e del comprensorio. Tanto le meningi se le sono rinfrescare dopo quando si sono scatenati sulla spiaggia di Squillace Lido.

Stanchi? Nemmeno per idea. Il mattino seguente è stato tutto per la visita alle fattorie didattiche delle aziende apistiche “Mancini Daniela srl” e “Anna Teresa Pungitore”. Dopo la didattica, con la descrizione scientifica del meraviglioso mondo delle api, le due titolari hanno intrattenuto gli infanti con una sana e gustosa merenda a base di miele e con la realizzazione di una candela, fatta proprio dai bimbi. <<Fantastiche le nostre apicoltrici – commentano dall’organizzazione – che ci hanno offerto, gratuitamente, uno splendido pomeriggio>>.

Miele per ricaricare le energie. Ne è servita tanta per la quarta giornata. Destinazione il parco avventura “Orme nel Parco” di Zagarise, nel catanzarese. Immerso nei faggi, in una natura incontaminata, il parco ha suscitato l’interesse di tutti, grandi e piccini. La comitiva di 120 persone si è catapultata nei vari percorsi avventuristici … tanto da dimenticare di avere fame. <<E’ stato bello – dicono ancora gli organizzatori – ascoltare i bambini, per niente stanchi entusiasti della giornata. Un parco favoloso con un’ottima organizzazione, uno staff preparato e cordiale. Servizi ottimi>>.

E poi. Poi, la giornata di ieri. Quella del “the end” con la festa conclusiva, tra giochi e divertimento,all’anfiteatro comunale “Nicolas Green”. Nessuno voleva smetterla. Ma si è dovuto dire basta. Per forza anche se a malincuore.

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.