Stampa Stampa
79

AMARONI (CZ) – TUONI E FULMINI SU LOCALITA’ “GIARDINO”, IN TILT CENTRALE TELEFONICA


Colpita icona Santa Barbara. Chiesa matrice senza sistema elettrico che aziona campane. Danni anche a impianti privati 

Articolo e foto di Salvatore TAVERNITI  (Gazzetta del Sud, 6 marzo 2016)

AMARONI (CZ) –  7 MARZO 2016 – Sono diversi i danni causati dal fulmine che giovedì scorso a tarda sera ha colpito il territorio di Amaroni.

Il fenomeno atmosferico si è verificato nel corso di un violento temporale che si è abbattuto su tutta la zona ionica. Una bomba d’acqua con fulmini e tuoni. La forte scarica si è abbattuta in località “Giardino”, intorno alle ore 22, facendo andare in tilt la centrale telefonica, con la conseguenza che gli apparecchi di abitazioni, uffici ed attività commerciali sono rimasti isolati.

In particolare, il fulmine ha colpito in pieno un’icona di Santa Barbara (in foto), la patrona di Amaroni, eletta tale perché protesse, in epoca antica, la gente del luogo da lampi e tuoni e da un terribile temporale che minacciava in maniera distruttiva il paese. L’icona ha subito il danneggiamento della colonnina destra in cemento, mentre l’immagine della santa è rimasta intatta.

Danni ha subìto anche la chiesa matrice, dove da quella sera non funziona il sistema elettrico che aziona il suono delle campane. A quanto pare, il fulmine ha danneggiato anche impianti elettrici, caldaie ed elettrodomestici di alcune abitazioni private.

Fino a ieri erano ancora molte le famiglie con il telefono di casa isolato. Il sindaco Gino Ruggiero, intanto, si è attivato per sollecitare alla Telecom la risoluzione dell’inconveniente subito dalla rete telefonica.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.