Stampa Stampa
302

AMARONI (CZ) – “RUGHE D’ARTISTA”, VA IN SCENA LA “GRANDE BELLEZZA AMARONESE”


Da sinistra: Bova, Ruggiero, Monteleone e Lazzaro

Conferenza stampa ieri sera dell’ottava edizione del Festival Internazionale Artisti di Strada. Quest’anno nuovo modulo: l’idea è intrecciare tradizione e globalizzazione, Appuntamento 28 e 29 luglio prossimi 

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) – 18 LUGLIO 2015 – Al pari di Alice, che nel Paese delle Meraviglie insegue il coniglio, così, nel filmato, il bimbo insegue l’artista sognando di imitarlo.

E’ favolistico e ispirato al mondo degli infanti, il video promozionale  che ieri sera, nel piazzale della biblioteca comunale “Tiziano Terzani”, ha aperto la conferenza stampa di presentazione dell’ottava edizione del Festival Internazionale Artisti di Strada “Rughe d’Artista”.

Tra le pieghe dell’iniziativa, attesa ad Amaroni per i prossimi 28 e 29 luglio, lo slogan “Il paese degli artisti”, appeso alla parete esterna della biblioteca. Là resterà per sempre. Un’altra etichetta per questo luogo già dipinto come “Cittadina del miele” e “Cittadina amica dei bambini”.

La premessa è chiara: l’organizzazione dell’associazione culturale “Macondo”, supportata dall’importante patrocinio del Comune di Amaroni, vuole regalare due giorni di fine luglio in cui il sogno dell’artista e la realtà degli interpreti si combinano per diventare “Rughe d’Artista”.

“Rughe” intese nel suo doppio significato. In dialetto significa rioni o vie. Quelle del centro storico amaronese che ospiteranno la manifestazione. Nella accezione italiana, invece, sono i segni del volto. Quello dell’artista, segnato dal tempo che ogni anno scava nel suo passato.

«Il video – ha spiegato il regista e componente di “Macondo” Vincenzo Lazzaro – lo abbiamo realizzato a costo zero con una videocamera costruita artigianalmente. La gente si è coinvolta subito mostrando entusiasmo per il nostro lavoro. Le scene, girate in alcuni luoghi del paese, hanno visto come attori i bambini del posto e alcuni di noi. Tutto quello che avete visto è nato perché è stato voluto e perché frutto di un lavoro d’insieme».

Lavoro d’insieme che ha portato al nuovo modulo di quest’anno in cui prevale l’idea di intrecciare tradizioni e globalizzazione. L’ha illustrata Marta Monteleone, altra storica espressione di Macondo. In entrambi  i giorni, dal mattino fino alle 18, ci saranno il laboratorio di yoga, gli esperti locali che insegneranno a lavorare il vimini, il laboratorio di riciclaggio, il laboratorio di scrittura creativa di Domenico Dara, la mostra  dedicata a don Gallo “In direzione ostinata e contraria” di Luca Scornaienchi”, il mercatino biologico con i prodotti locali portati da chiunque e la presenza di Loredana Mendicino, interprete Lis in Calabria.

Non mancano le specificità. Giorno 28, ore 18, presentazione del fumetto “Vallanzasca” di Luca Scornaienchi. Seguirà l’esibizione degli artisti di strada. Alle 22:30 spazio alle note musicali con “Orkestrana Orkestra” in concerto. Anche il giorno successivo si apre con il “pensiero”. Alle ore 18 presentazione del libro “Diamo un segno” di Donato Chiricò. E come per la giornata d’esordio, subito dopo, esibizione degli artisti di strada. Chiusura della manifestazione, con inizio alle 22:30, affidata al concerto de “La Van Guardia”, l’ex gruppo di Fabio Curto, vincitore dell’ultima edizione di “the Voice”.

«Saranno due giorni – ha commentato il sindaco Gino Ruggiero – per far conoscere la “nostra grande bellezza amaronese”. Grazie ai ragazzi di “Macondo”, che ogni anno si migliorano sempre più e ai quali da sei anni stiamo garantendo il nostro appoggio convinto, le nostr viuzze prenderanno vita e allegria».

Vita e allegria per tutti. Il consigliere regionale Arturo Bova, qua sindaco per sei anni, ha esordito da politico. «Mi spiace – ha fatto notare – che a causa del ritiro di tutti gli emendamenti di spesa, la Regione Calabria non abbia potuto supportare la manifestazione. Ma ci sarà tempo per recuperare». Poi ha concluso da padre. «In ogni caso grazie ai ragazzi, che non ne sbagliano una, per tutto quello che fanno in favore dei nostri bambini».

Gli applausi di chi era presente hanno suggellato la serata. A battere le mani anche Pippo Callipo, da alcuni anni vicino ad Amaroni e alle sue iniziative.

Non resta che attendere i prossimi 28 e 29 luglio. Il bambino inseguirà l’artista e il suo sogno …

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.