Stampa Stampa
15

AMARONI (CZ) – Pressione fiscale, in consiglio comunale l’impegno per contenerla


Palazzo Canale, sede del municipo

Palazzo Canale, sede del municipo

Durante il Consiglio di ieri pomeriggio l’amministrazione comunale ha assicurato che la popolazione non sarà assoggettata al pagamento della Tasi. Approvate, tra le altre cose, le linee programmatiche del nuovo mandato e la gestione associata della funzione scolastica

di Franco Polito

AMARONI (CZ) – 15 LUGLIO 2014 – E’ passato tutto all’unanimità. Il consiglio comunale di ieri pomeriggio nella sede municipale di palazzo Canale ha dimostrato che nella “Cittadina del miele” il nuovo corso amministrativo seguito alle elezioni della scorsa fine di maggio, sarà tutto collaborazione e feeling tra maggioranza e opposizione.

C’erano da approvare le linee programmatiche della azioni e i progetti da realizzare nel corso del mandato come previsto dall’articolo 11 dello Statuto comunale. Il “sì” d tutti i consiglieri è arrivato dopo l’illustrazione del sindaco Arturo Bova. Il primo cittadino, tra le altre cose, si è soffermato sull ‘impegno dell ‘ amministrazione comunale per contenere la pressione fiscale a carico dei cittadini. L’obiettivo è in stretta connessione con lo schema di bilancio di previsione 2014, approvato dalla giunta comunale ai primi di luglio.

Il lavoro dell’ Esecutivo andrà nella direzione di un forte impegno nel contenimento della tassazione: la popolazione non sarà soggetta al pagamento della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili, nè sarà necessario coprire il mancato gettito con l’ aumento di altre imposte comunali.

<<Un lavoro di grande impegno dell’assessorato al Bilancio, dell’ ufficio tributi e del’ area economico- finanziaria – ha evidenziato Bova – che segue a quello lodevole compiuto nel 2013 con il forte contenimento del’ impatto della Tares sulle famiglie amaronesi>>.

Il Consiglio, inoltre, ha approvato la gestione associata della funzione di edilizia scolastica e servizi scolastici con i comuni di Vallefiorita e Squillace. Mentre sono stati rinviati ai successivi regolamenti attuativi gli aspetti economici e gestionali. Per il comune di Amaroni era l’ ultima delle funzioni fondamentali da associare ai sensi dell’articolo art. 14 del decreto legge n. 78 del 2010 e successive modifiche ed integrazioni.

Formulati anche gli indirizzi per le nomine dei rappresentanti del Consiglio e del Comune presso enti come stabilito dall’articolo 42 del Tuel. Nel testo licenziato dal Consiglio anche le cause di inconvertibilità e incompatibilità anti corruzione previste dal decreto legislativo n. 39 del 2013.

Il consesso, poi, ha nominato la commissione per l’aggiornamento del l’albo comunale dei giudici popolari. A votazione segreta sono stati scelti Luigi Ruggiero, per la maggioranza, e Ivan Marra per la minoranza.

Il sindaco, infine, ha rinviato al prossimo consiglio comunale per l’ approvazione del bilancio, della relazione programmatica e di tutti gli altri allegati contenenti i dettagli “dell’ operazione”.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.