Stampa Stampa
44

AMARONI (CZ) – “PIAZZA FRANCO IENCARELLI” TORNA “PIAZZA DELL’EMIGRANTE


Esprime appieno i valori degli amaronesi all’estero di tutti i tempi

 Articolo e foto di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

 AMARONI (CZ) – 4 LUGLIO 2017 – “Piazza Franco Iencarelli” torna alla denominazione originaria: “Piazza dell’Emigrante”.

 Lo ha deciso l’amministrazione comunale di Amaroni, presieduta dal sindaco Gino Ruggiero. Lo scorso anno, nell’ambito della ricorrenza annuale dedicata agli emigrati amaronesi, l’amministrazione ha intitolato quella piazza a Iencarelli, considerato “icona” degli emigrati locali.

 Successivamente tale provvedimento ha suscitato malumore, in particolare nella comunità amaronese residente all’estero e da parte degli emigrati rientrati ad Amaroni, i quali hanno manifestato agli amministratori di non condividere quella scelta, poiché, pur riconoscendo gli indiscussi meriti di Iencarelli, hanno ritenuto che la denominazione della piazza dovesse rimanere quella originaria di “Piazza dell’Emigrante”, in quanto  vi si riconoscevano i valori degli emigranti amaronesi di tutti i tempi, dal primo Novecento ad oggi.

 Analoghe considerazioni sono state comunicate dal gruppo di minoranza in consiglio comunale e da altri rappresentanti di emigrati all’estero.

 La giunta municipale, quindi, è stata costretta fare marcia indietro, restituendo la denominazione della piazza alla memoria di tutti gli emigranti, con la contestuale individuazione, però, di un’altra area di circolazione da dedicare a Iencarelli. Anzi, per meglio onorare la memoria degli emigrati si è deciso di intitolare ad altri concittadini che si sono distinti per i loro meriti all’estero altrettante strade del paese. 

 Oltre a Iencarelli, dunque, hanno riscontrato i favori dei cittadini interpellati i nomi di Salvatore Panduri, primo emigrante amaronese in Svizzera, deceduto nel 2001, e di Giuseppe Muzzì, cavaliere al merito della Repubblica, per il suo impegno sindacale all’estero, scomparso nel 2012.

 Per meglio onorare i conterranei che hanno rappresentato la calabresità nel mondo, inoltre, si è ritenuto di intitolare una strada anche al celebre cantautore calabrese Mino Reitano. A lui sarà intitolato il viale fra l’incrocio di piazza del Popolo e la località “San Luca”; dall’incrocio di località “Cannitello” fino a “Maoni” sarà “Via Giuseppe Muzzì”; dall’incrocio “San Luca” fino alla traversa della lottizzazione Olivadoti ci sarà “Via Franco Iencarelli”; mentre “Via Salvatore Panduri” sarà denominata la strada compresa tra l’incrocio di “San Luca” a località “Pirarelli”.

 Per procedere ufficialmente alle intitolazioni il Comune ha richiesto l’autorizzazione alla Prefettura di Catanzaro.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.