Stampa Stampa
36

AMARONI (CZ) – MUNICIPIO, CERCASI ESPERTI PER LA DIAGNOSI ENERGETICA


Palazzo Canale, sede del municipio

Giunta ha intenzione di ottenere della Regione Calabria i fondi Por sull’ l’efficientamento delle strutture pubbliche

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) – 28 NOVEMBRE 2017 –  Ridurre i consumi energetici ed investire nelle politiche di risparmio energetico, accedendo anche alle risorse di possibili finanziamenti pubblici.

Per la giunta comunale amaronese si tratta di obiettivi immediati e non teorici per i quali è necessario attivare i processi tecnico – amministrativi destinati a tradurli in realtà.

Ecco perché il sindaco, Luigi Ruggiero, e gli assessori hanno espresso  indirizzo all’Ufficio Tecnico ed all’ Ufficio di ragioneria comunale «di espletare tutti gli adempimenti necessari per l’affidamento dell’incarico relativo alla redazione della diagnosi energetica degli edifici comunali».

«La diagnosi energetica  – spiegano gli amministratori – è condizione necessaria e propedeutica sia per l’accesso ai fondi per l’efficientamento energetico di possibili finanziamenti pubblici, sia per avviare una pianificazione di interventi da attuare, finalizzati a correggere gli sprechi energetici, nonché per promuovere azioni successive che portino ad una riduzione dei consumi ed alla riqualificazione energetica degli immobili di proprietà comunale».

Mettendola sul pratico, la giunta ha nelle mire il bando in Pre-Infomazione del Por  Calabria Fesr – Fse 2014-2020, Asse 4 – Efficienza energetica e mobilità sostenibile, Obiettivo specifico 4.1, riguardante la  “Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico e integrazione di fonti rinnovabili”.

Per parteciparvi, l’edificio individuato dall’Esecutivo locale su cui effettuare la diagnosi energetica è la sede municipale. E’ l’immobile a cui destinare le due Azioni del bando.

Le finalità della prima  sono la promozione dell’eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche. Comprende, inoltre: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici; installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.

La seconda, invece, è diretta all’installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo associati a interventi di efficientamento energetico dando priorità all’utilizzo di tecnologie ad alta efficienza ed ha lo scopo di supportare gli enti pubblici ad efficientare il loro patrimonio.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.