Stampa Stampa
51

AMARONI (CZ) – LA “ERG EOLICA” BATTE CASSA


Società chiede al Comune oltre un milione di euro con riferimento alle royalties ricevute per il parco entrato in funzione nel 2012

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

AMARONI (CZ) – 14  MARZO 2018 –  Oltre un milione di euro: per la precisione un milione e 36 mila.

A tanto ammonta la somma che il Comune di Amaroni sarebbe chiamato a restituire alla società “Erg Eolica”, riferita alle royalties ricevute per il parco eolico, entrato in produzione nel quarto trimestre 2012 e con una capacità installata di 22,5 Mw.

Il parco, situato in località “Comunella”, comprende nove pale di 2,5 Mw ciascuna. Esso costituisce un ampliamento del parco della Fossa del Lupo, ubicato tra i territori dei comuni di Gasperina, Palermiti e Vallefiorita, che ha una capacità di 97,5 Mw. Le royalties che provengono dai parchi eolici dovevano costituire una vera e propria boccata d’ossigeno per le casse comunali.

E invece, tutto è cambiato con l’emanazione delle linee guida in materia che hanno reso esecutivo un decreto legislativo del 2003 e una precedente direttiva Cee. Fatto sta che da due anni la società non versa al Comune di Amaroni le royalties ed anzi ci sarebbe anche la richiesta di quanto percepito fino ad ora.

«Se dobbiamo restituire questi soldi – specifica il sindaco Gino Ruggiero – andremo certamente in default. Tant’è che nei bilanci abbiamo previsto l’introito di circa 200 mila euro all’anno, proveniente dal parco eolico. Il decreto ministeriale che ha modificato le linee guida per i comuni in questa materia ha praticamente trasformato le compensazioni economiche, dovute dalle società eoliche, in compensazioni ambientali.

La convenzione stipulata con la “Erg Eolica Amaroni” prevedeva l’erogazione delle royalties del 3% sulla produzione e sui cosiddetti certificati verdi. Somme allettanti, che ora sembrano sfumare».

La società ha, dunque, contestato quanto stabilito nella convenzione con riferimento ai corrispettivi, attivando la procedura di arbitrato per la definizione della controversia. Nell’agosto dello scorso anno è stato emesso il lodo nel procedimento, impugnato dalla “Erg Eolica Amaroni” dinanzi alla Corte d’Appello di Catanzaro.

La giunta comunale di Amaroni ha ritenuto di dover nominare un proprio legale nel giudizio di impugnazione, dando mandato all’avvocato Enrico Manfredi, del Foro di Cosenza, che era stato già nominato nella procedura arbitrale.

La prima “puntata” della vertenza giudiziaria si terrà nel prossimo mese di maggio.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.